rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Economia

Cresce il fatturato del settore manifatturiero, ma ristagnano i consumi interni 

Occupazione stabile e segni più in molti settori del manifatturiero modenese, trainati da biomedicale e maglieria, dopo anni di crisi. Il terzo trimestre dell'annofa ben sperare per il 2016 dell'economia locale

Positivi i dati dell'industria manifatturiera nel terzo trimestre 2015 a Modena e provincia: avanza un lieve aumento della produzione e risultano in crescita il fatturato e gli ordini dall'estero, anche se appare ancora in sofferenza il mercato interno mentre l'occupazione resta stabile. Tra i settori, la maglieria si riprende e il biomedicale prosegue nel proprio trend favorevole. Nel periodo luglio-settembre, fa il punto oggi la Camera di commercio nell'ambito di un'analisi condotta con Cna e Confindustria, emerge un incremento della produzione del +1,5% rispetto allo stesso periodo del 2014, mentre il fatturato ha riportato un incremento del +2,2%. Riguardo agli ordinativi, si registra una dinamica molto sostenuta dei mercati esteri (+14%), mentre il mercato interno è apparso in contrazione (-3,9%). 

La quota di export sul totale fatturato nel terzo trimestre è aumentata fino al 38,8%, in media. Migliorano anche le aspettative degli imprenditori circa il futuro andamento della produzione: aumenta la quota di risposte orientate verso un trend crescente (24% contro il 7% del trimestre precedente); il 64% degli intervistati si attende stazionarietà e soltanto il 12% prospetta un calo. L'occupazione nel trimestre è apparsa pressochè stabile: +0,8%: le previsioni delle imprese indicano una prosecuzione di tale tendenza con il 95% degli intervistati che non prospetta alcuna variazione di organico. Venendo ai singoli settori, l'industria alimentare segna nella produzione -1,4% rispetto allo stesso trimestre 2014. Il comparto della maglieria si sta risollevando dai pesanti cali del primo trimestre, e mostra in questo terzo trimestre dell'anno un incremento produttivo del +1,9% e di fatturato del +1,4%.

Per le confezioni di abbigliamento, la produzione è diminuita del -10,4%, il fatturato del -9,8% e gli ordini dall'interno sono crollati del -38,3%; stabile il mercato estero con una variazione degli ordinativi del +0,5%. Il biomedicale presenta una produzione di nuovo in aumento (+1,7%) dopo due anni di contrazione. Gli aumenti piuttosto consistenti registrati nella raccolta ordini (+10,5% dall'interno e +18,2% dall'estero) lasciano ben sperare circa la prosecuzione del trend favorevole in atto. Il fatturato aumenta nel terzo trimestre del +6,1%. Le imprese del campione esportano in media il 66,8% del proprio fatturato. Tra l'altro, invece, il settore dei prodotti in metallo e delle lavorazioni meccaniche mostra indicatori in frenata: la produzione diminuisce del -1,1%, il fatturato riporta un calo (-1,5%) cosi' come il mercato interno (-4,9% gli ordini raccolti dalle aziende); unica nota positiva "il boom degli ordini" provenienti dai mercati internazionali.

(DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce il fatturato del settore manifatturiero, ma ristagnano i consumi interni 

ModenaToday è in caricamento