Mercato immobiliare. Il nuovo mostra segni di ripresa, difficoltà per recupero e ristrutturazioni dell'usato

Presentati i dati dell'Osservatorio Fiaip Modena 2019. Emerge anche una forte domanda inespressa per gli affitti, specie ad uso degli studenti universitari. Focus sull'Appennino: "E' il momento giusto per investire nel mattone"

Un focus speciale sulla situazione in Appennino

I dati dell'Osservatorio immobiliare modenese rilevati dalla Fiaip hanno focalizzato l'attenzione anche sul settore delle locazioni, non solo residenziali ma anche industriali, commerciali e direzionali, nonchè sulla situazione abitativa in Appennino. In linea con quanto avviene a livello nazionale, anche le locazioni commerciali nella nostra provincia sono andate incontro a trasformazioni significative. Se si assiste infatti ad un crollo della domanda di affitto immobili ad uso ufficio, contemporaneamente cresce in maniera considerevole la richiesta da parte di grandi gruppi industriali di capannoni con superfici importanti (oltre i 5 mila mq) per rispondere a precise esigenze di logistica, in grande espansione, e far fronte alle necessità di stoccaggio e magazzino merce. Contestualmente, vengono a ridursi le richieste di capannoncini di piccole e medie dimensioni, quelle tipologie immobiliari che nei decenni passati hanno ospitato l'insediamento di imprese artigianali spesso a conduzione familiare. Nuove dinamiche anche nel settore delle locazioni direzionali: è infatti in diminuzione la domanda per uffici di grandi dimensioni con la tendenza, piuttosto, a frazionare le metrature per ricavare, ad esempio, ambienti per il coworking e spazi condivisi. Soprattutto nei centri cittadini, c’è infine richiesta di locali per insediarvi società finanziarie ed è in considerevole aumento la domanda di ambienti, con metrature importanti, da destinare ad attività di ristorazione.

Un mercato immobiliare in Appennino che offre ampi margini di miglioramento sia per le compravendite sia per le locazioni; a fronte, infatti, di una costante richiesta di immobili "già pronti" piuttosto che da ristrutturare, si incontrano nella montagna modenese non poche difficoltà nel reperire alloggi moderni, adeguati alle esigenze delle famiglie e alle nuove normative. Per le locazioni, la domanda è superiore all'offerta e si fatica a trovare disponibilità di alloggi. Si tratta prevalentemente di affitti a lungo termine; in calo, invece, quelli stagionali; un fenomeno che rispetto anche solo a 20 anni fa, sta regredendo. Si tratta dunque di incentivare gli investimenti di privati e imprese turistiche in Appennino, un territorio che offre mille opportunità per la vita a contatto con la natura a pochi chilometri dalla città e dai maggiori centri produttivi della pianura. Lo hanno compreso bene gli stranieri: ultimamente molte vecchie abitazioni e casolari in sasso sono  stati comprati soprattutto da parte di acquirenti inglesi che hanno costituito in Appennino una vera e propria colonia "anglosassone". Anche a seguito della crisi, che ha provocato un ribasso generale dei prezzi, quello attuale appare come un momento particolarmente propizio per acquistare casa nella montagna modenese perché a prezzi molto convenienti si possono trovare soluzioni del tutto convincenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento