Lunedì, 2 Agosto 2021
Economia

Un inverno d'oro per il comprensorio del Cimone, turisti in crescita del 30%

Chiude una stagione decisamente "straordinaria" per la montagna modenese che ha generato 6,2 milioni di guadagni per gli operatori. Ben 148 i giorni di apertura delle piste

La stagione turistica invernale sul comprensorio sciistico del Cimone si è chiusa con un incasso totale superiore ai sei milioni e 200.000 euro, oltre il 30% in piu' rispetto alle media di questi ultimi dieci anni.

Complessivamente, i giorni di apertura sono stati 148 dal 18 novembre dello scorso anno al 15 aprile scorso; la stagione record ha potuto contare su precipitazioni nevose abbondanti CHE hanno superato i sei metri e mezzo. Per quanto riguarda gli skipass venduti, il 5% stato stagionale, 46%, 26% feriali e 23% durante le feste natalizie. Il bilancio della stagione è emerso nel corso dell'incontro nella sede della Provincia della Consulta provinciale del turismo che si è svolto ieri.

Per Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, "una stagione così importante e positiva dal punto di vista dei numeri deve stimolare a investire ancora di più sull'innovazione e la qualità degli impianti, perchè il turismo invernale rappresenta una componente fondamentale dell'economia complessiva di tutta la montagna. Occorre anche disegnare una nuova strategia per l'Appennino per contrastare l'abbandono di intere aree che sono stupende dal punto di vista naturale e che dobbiamo valorizzare". Leandro Bonucchi, presidente dell'Unione del Frignano ha parlato di "stagione straordinaria che deve darci fiducia ed entusiasmo per il futuro. Ora occorre prolungare la stagione turistica con nuovi progetti e il rapporto con Bologna può offrire nuove opportunità", un giudizio condiviso anche da Alessandro Tebaldi di Valli del Cimone.

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un inverno d'oro per il comprensorio del Cimone, turisti in crescita del 30%

ModenaToday è in caricamento