rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Economia Maranello

Turisti in crescita del 19% a Maranello, già superati i livelli di visite pre-pandemia

Nel 2023 visitatori in aumento nei comuni del Sistema Territoriale Intercomunale, con l'Ufficio turistico che ha addirittura visto salire del +53,6% i contatti un anno sull'altro

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI MODENATODAY

Sono in crescita i turisti a Maranello e nei comuni del Sistema Turistico Territoriale Intercomunale che comprende anche Fiorano Modenese, Formigine, Frassinoro, Montefiorino, Palagano e Prignano sulla Secchia. Secondo i dati elaborati dalla Regione Emilia-Romagna nel 2023 Maranello ha registrato 72.075 arrivi (+19% rispetto al 2022), confermandosi il comune più visitato della provincia dopo il capoluogo, con un numero di turisti che rappresenta il 9% del totale del bacino modenese.

In aumento anche Formigine con 53.885 (+12,3%) e Fiorano Modenese con 19.600 presenze (+9,7%). Positivo il dato dei turisti stranieri, in crescita rispetto al 2022: a Maranello e Fiorano Modenese, in particolare, rappresentano oltre la metà degli arrivi, provenienti principalmente da Francia, Germania, USA, Regno Unito e Svizzera. Anche i pernottamenti segnano cifre positive: a Formigine sono stati 171.098 (+16%), a Maranello 134.351 (+10,7%), a Fiorano Modenese 36.661 (+5,3%), confermando un trend in crescita che mostra un turista non solo di passaggio, ma anche interessato a soggiornare (a Maranello con una media di 2,2 notti). Estremamente incoraggianti anche i dati relativi a tutto il Sistema Turistico Territoriale Intercomunale, di cui Maranello è capofila, che nel 2023 ha visto 148.226 arrivi (+1,15% rispetto al 2022) e 379.252 presenze (+1,20% rispetto al 2022).

Significativi i numeri dell’ufficio di informazione turistica IAT Terra di Motori, ospitato presso il Museo Ferrari di Maranello e punto di riferimento per il sistema: nel 2023 ha registrato 63.338 contatti, pari a un +53,6% rispetto ai 41.233 del 2022.

I dati confermano dunque il trend positivo per la ricettività e l’accoglienza nei territori che fanno riferimento al Sistema Turistico, che vede da alcuni anni le amministrazioni comunali impegnate in azioni di valorizzazione di un territorio variegato che ha tra i suoi punti di attrazione i motori, le eccellenze storiche, culturali, artistiche e architettoniche, il patrimonio della ceramica, l’enogastronomia, il benessere, la natura e le attività outdoor.

Il commento dell'Amministrazione

“Dai dati del 2023 emerge anche che abbiamo non solo recuperato, ma superato il numero di arrivi del 2019, periodo pre-covid”, afferma il sindaco di Maranello Luigi Zironi. “Un traguardo ambizioso che Maranello è riuscita a centrare grazie ai tanti progetti ed iniziative sviluppati in questi anni su vari fronti: quello motoristico, quello del business legato alle imprese, quello delle manifestazioni sportive e degli eventi. Questi risultati, confermati dai numeri, sono frutto del grande lavoro svolto anche assieme ai commercianti e alle associazioni locali, agli altri sei Comuni del progetto Maranello Plus e ai quaranta territori italiani di Città dei Motori. I dati ci dicono che siamo sulla strada giusta e vogliamo continuare a migliorarci: stiamo già mettendo a punto nuovi progetti - ad esempio sul tema delle escursioni, del cicloturismo e dei cammini - e strategie di marketing territoriale sempre più innovative”.

“Aver costruito un sistema predisposto all'accoglienza turistica”, commenta Mariaelena Mililli, assessora a turismo e promozione del territorio del Comune di Maranello, “ci rende capaci di affrontare questi nuovi flussi con più strumenti e più capacità di contribuire all'economia dei nostri territori. Dalle manifestazioni sportive ai grandi eventi, negli anni si sono moltiplicate le occasioni perché il turista sia spinto a rimanere e visitare le nostre eccellenze. Lo IAT sta diventando sempre di più il luogo nel quale trovare informazioni e indirizzarsi verso la scoperta dei motori, dell'enogastronomia, della storia, cultura e relax”.

Le novità

Diverse le azioni intraprese a sostegno della promozione turistica, dalla divulgazione attraverso i canali digitali (il sito Maranello Plus e le relative piattaforme social) al coinvolgimento delle imprese della ricezione e della ristorazione in progetti di formazione come lo IAT diffuso, alla partecipazione a fiere del turismo come il Salone Internazionale di Lugano, che è valso al Sistema lo Swiss Tourism Award, riconoscimento per “la qualità e l’originalità dell’offerta turistica capace di coniugare in una offerta integrata le ricchezze e le eccellenze dei territori”, alla partecipazione di Maranello e Fiorano Modenese alla Italian Motor Week. E nelle scorse settimane Maranello è stata individuata tra le prime dieci “destinazioni da non perdere in Italia nel 2024” dall’Osservatorio Turismo di Visititaly.eu, canale di promozione dell’Italia nel mondo.

Tra le iniziative avviate recentemente, la collaborazione con il Territorio Turistico Bologna-Modena, progetto regionale di promozione che coinvolge i territori della Città metropolitana di Bologna e della Provincia di Modena, e l’iter per il riconoscimento dello IAT Terra di Motori in IAT Reservation, ufficio di informazione e accoglienza turistica che svolge, tramite agenzia di viaggi, anche funzione di prenotazione e vendita di servizi turistici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti in crescita del 19% a Maranello, già superati i livelli di visite pre-pandemia

ModenaToday è in caricamento