rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Economia

Disoccupazione in lieve calo, giovani e donne i più colpiti

Se in Italia il 12,7% è disoccupato, in Provincia di Modena il tasso si ferma al 7,9%. La disoccupazione è in lieve calo rispetto all'anno precedente, ma il divario tra giovani e adulti, e tra uomini e donne è ancora ampio

Se in Italia il tasso di disoccupazione è del 12,7%, la Provincia di Modena si ferma al 7,9%. Questa la fotografia scattata da Istat che, seppur sottolinei un dato migliore rispetto al 2013 e al 2012, vede ancora 26 mila modenesi senza un posto di lavoro. Metà dei 300 mila occupati lavora nel settore dei servizi, l'altra metà è distribuita tra industria (127  mila) e agricoltura (9 mila). Interessante notare che, tranne il caso dell'agricoltura, negli altri settori il numero degli indipendenti rappresenta meno del 30% degli occupati.

POCHI GIOVANI E TROPPE DIFFERENZE DI GENERE. Il lavoratore medio modenese è dipendente industriale o dei servizi e maschio. Infatti, il genere fà la differenza, basti pensare che le donne modenesi sono più degli uomini, ma questi ultimi sono occupati per il 72,2% contro 58,0% del mondo femminile. Altro allarme nasce dal ridotto numero degli under 24, pari a 63 mila persone, cioè il 12%  della popolazione modenese. Considerando l'attuale sistema pensionistico, che si basa sul principio che gli attuali lavoratori pagano le pensioni agli attuali pensionati,  nel prossimo futuro avremo il doppio dei pensionati rispetto ai lavoratori, senza contare la crisi economica, che seppur stia rallentando la sua portata, lascia ancora a casa un modenese su 10. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disoccupazione in lieve calo, giovani e donne i più colpiti

ModenaToday è in caricamento