menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo Ceo per Ferrari, Elkann: “Ci prenderemo il tempo necessario”

Il Presidente del Cavallino fa il punto dopo i risultati del quarto trimestre 2020. Sulla Formula 1: “Lavoreremo con umiltà e dedizione”

Louis Camilleri "ha lavorato con successo, gli sono grato per i risultati raggiunti e per il suo lavoro: è stato in grado di costruire un leadership team ottimo. Per la nomina del nuovo ceo impiegheremo il tempo necessario, anche per individuare la migliore figura per guidare questa azienda". In ogni caso, "la nostra strategia non cambia". Così il presidente di Ferrari, John Elkann, intervenendo in conference call per commentare gli ultimi risultati trimestrali e annuali della casa di Maranello. 

Se dunque negli ultimi giorni sono circolati alcuni nomi per il post-Camilleri, a partire da quello del 58enne modenese Marco Bizzarri, attuale presidente e ceo di Gucci, Elkann conferma che ci si prenderà tutto il tempo che serve per la soluzione migliore. In ogni caso, "grazie a tutti i colleghi per i risultati record raggiunti nel 2020, che denotano la forza del nostro modello di business e delle nostre attività core", dice Elkann in call, ricordando che si tratta di risultati raggiunti "nonostante la volatilità e la pandemia" di Covid. Se l'anno da poco trascorso è stato segnato dal "successo della presentazione digitale delle Ferrari Portofino M, SF90 Spider e 488 GT Modificata", per cui "oggi abbiamo la gamma di prodotti più bella, innovativa e più ampia della nostra storia".

Quarto trimestre record, Ferrari corre per recuperare il tempo perso nel lockdown

Il presidente non può non affrontare le spine della Formula 1. Dice su questo Elkann: "Ovviamente, non siamo soddisfatti dei nostri attuali risultati in Formula 1 e lavoreremo con umiltà e dedizione per cambiarli. Le vittorie passate non sono una garanzia per il futuro, lo scorso anno ne è stata una dimostrazione con risultati non all'altezza della nostra storia. Questa dolorosa realtà sia per noi stessi sia per i nostri tifosi- insiste il presidente- è quella da cui dobbiamo ripartire con umiltà, concentrandoci sulle nostre priorità per tornare competitivi e vincere".

Nel frattempo il cfo di Ferrari, Antonio Picca Piccon, cita i tre nuovi modelli e bada intanto agli ordini: "Abbiamo registrato una forte raccolta di ordini dall'estate 2020 alimentata dalla ripresa delle attività commerciali e dalle presentazioni di nuovi prodotti. Di conseguenza, su base annuale, siamo rimasti molto in linea con il 2019, nonostante un contesto molto diverso. E la tendenza è continuata a gennaio. Il portafoglio ordini- registra Picca Piccon- è a livelli record, in crescita del 22% rispetto allo scorso anno coprendo l'intero 2021 e oltre. Se dovessimo scartare l'effetto della produzione persa a causa del Covid, aumenteremmo di quasi il 10%", stima il cfo Ferrari. Che aggiunge, tra l'altro: "Assistendo a un buon ritorno degli ordini in Cina". 

(DIRE)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la provincia di Modena sarà "zona rossa" da giovedì 4 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento