rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia Campogalliano

Da Eima a Pollutec, Emiliana Serbatoi riprende le fiere internazionali

In quaranta giorni l’azienda modenese partecipa a quattro saloni in tutta Europa, tra cui l’importante kermesse della meccanica agricola di Bologna. Il presidente Morselli: «Lieti di tornare alla normalità degli eventi in presenza e in sicurezza»

Da Bologna a Lione passando per Genova e Rimini. Emiliana Serbatoi si fa letteralmente in quattro riprendendo, dopo il periodo più complesso dell’emergenza sanitaria da Coronavirus, l’attività fieristica internazionale in presenza con un... giro d’Europa. In poco più di quaranta giorni, infatti, quattro sono le fiere a cui partecipa l’azienda modenese specializzata nella produzione di serbatoi e sistemi di stoccaggio, trasporto e distribuzione del carburante, oltre che nei sistemi di controllo e gestione dei rifornimenti, a testimonianza della volontà di affrontare sempre nuove sfide nei mercati di tutto il mondo, riprendendo a utilizzare anche il canale fieristico, continuando inoltre a offrire soluzioni innovative ai clienti come il nuovo serbatoio omologato per il trasporto combinato di gasolio e AdBlue®, il Carrytank® 900+100.

Dopo le partecipazioni dei mesi scorsi alle edizioni “digital” di alcune manifestazioni, tra cui Eima ed Ecomondo 2020, tra settembre e ottobre 2021 l’azienda fondata nel 1983 e guidata da Gian Lauro Morselli può finalmente mettere in “vetrina” i propri prodotti, come sta accadendo in questi giorni proprio a Eima, il salone internazionale di macchine per l’agricoltura e il giardinaggio (19-23 ottobre) in corso di svolgimento a Bologna.

«Siamo lieti di poter tornare in fiera in presenza – commenta Gian Lauro Morselli – perché significa che la normalità, dopo il periodo del Covid, si sta gradualmente riaffermando. Emiliana Serbatoi crede e investe nelle nuove tecnologie, che peraltro costituiscono uno straordinario volano di informazioni e competenze, ma siamo convinti che i rapporti di natura commerciale, soprattutto in via di sviluppo, beneficino della genuinità del confronto umano. Va da sé che una rassegna di spessore planetario come Eima rappresenta uno splendido modo per ripartire in questo senso, ovviamente nel massimo rispetto delle misure sanitarie».

A Eima, una delle principali manifestazioni del mondo del settore della meccanica agricola, Emiliana Serbatoi è presente nello stand A1 nel padiglione 16. Qui, in quasi 120 metri quadrati di area espositiva, trova spazio il meglio della produzione del marchio modenese. Pochi giorni dopo la conclusione di Eima, Emiliana Serbatoi si “sposterà” in Romagna per partecipare a Ecomondo (dal 26 al 29 ottobre a Rimini), la principale esposizione nell’area euro-mediterranea sulle soluzioni tecnologiche più avanzate e sostenibili per la corretta gestione e valorizzazione del rifiuto in tutte le sue tipologie; la gestione e la valorizzazione dell'acqua, delle acque reflue e dei siti e comparti marini inquinati; l’efficienza nell’uso e nella trasformazione delle materie prime e seconde e l’utilizzo di rinnovabili. Sviluppare prodotti che migliorino il lavoro di tutti i giorni, e che assicurino di operare in un regime di transizione ecologica, è infatti uno degli obiettivi dell’azienda modenese, che farà base nello stand 196 nella hall C5.

Solo la settimana scorsa, invece, Emiliana Serbatoi ha partecipato nuovamente a una fiera all’estero, in Francia, a un anno e mezzo da marzo 2020, quando prese parte alla kermesse americana sul movimento terra Conexpo. Nel solco di una crescente attenzione verso le logiche “green”, infatti, dal 12 al 15 ottobre l’azienda modenese ha esposto a Pollutec, il salone di Lione che rappresenta il punto di ritrovo per chi opera nel settore delle tecnologie e dei servizi ambientali, una rassegna caratterizzata dalla presenza di oltre 2mila espositori di tutti i comparti dell’ambiente e dell’energia: dal trattamento dell’inquinamento e del degrado ambientale alla protezione dell’ambiente e alla lotta contro il cambiamento climatico, la manifestazione è posizionata da quattro decenni come evento di riferimento per le transizioni ecologica ed energetica. Per Emiliana Serbatoi si è trattato del “debutto” a questa manifestazione, così come è stata una “prima volta” la partecipazione all’ultimo Salone Nautico di Genova, che si è svolto dal 16 al 21 settembre, dove, nel contesto delle migliori realtà internazionali del settore nautico, l’azienda guidata dal presidente Morselli ha esposto le soluzioni più efficaci per lo stoccaggio, il trasporto e l’erogazione di carburante a servizio di imbarcazioni e cantieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Eima a Pollutec, Emiliana Serbatoi riprende le fiere internazionali

ModenaToday è in caricamento