rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Economia

Ecco dove conviene fare la spesa tra Modena e Provincia

Federconsumatori spiega che dagli studi fatti i prezzi sono rimasti invariati, ma la spesa delle famiglie si è ridotta. Ecco i supermercati e ipermercati più convenienti

I prezzi in Provincia di Modena sono rimasti invariati rispetto ad un anno fa, ma la percezione dei cittadini è che siano aumentati. Federconsumatori festeggia i 20 anni di analisi dei prezzi del territorio con dati non allettanti, con un unico dato che potremmo dire non negativo, il fatto che il 50,9% dei consumatori pensa che nei prossimi 12 mesi la situazione non peggiorerà, il problema è che solo il 10,9% ritiene che potrà migliorare. Questo è l'anno dei rassegnati, che hanno superato per numero i pessimisti. L'unico altro dato positivo è che si è ridotta la forbice tra i punti vendita più e meno convenienti, ma di concorrenza ancora nella nostra terra non se ne vede tanta. Avevamo già spiegato che a livello nazionale la Provincia di Modena non è conveniente

LE MARCHE DI DISTRIBUZIONE PIU'  CONVENIENTI. Si conferma il fatto che per i generi alimentari le marche più convenienti sono gli ipermercati che superano in convenienza del 6% i supermercati. Tra le marche di supermercati, si merita il primo posto è Unes (Via Allegri 179, Modena), seguito da Esselunga (Via Circ.zione NE 231, Sassuolo), con terza posizione per l'Ipercoop di via Emilia-Ovest di Modena e il Panorama di via Archimede a Sassuolo. I più convenienti nei comuni più importanti sono l'Iperfamila di Fiorano, la Coop di Formigine, l'Ipercoop di Carpi, il Famila e Ipercoop di Mirandola, e le Coop di Castelfranco Emilia e di Vignola. Rimane il fatto che tra le prime 12 marche più convenienti in generale ci sono ovviamente i discount

UNA PROVINCIA FRANTUMATA. La Provincia di Modena è divisa tra zone più ricche e meno coste, come Modena e il Distretto Ceramico, e quelle più colpite dal carovita, come la Terra dei Castelli e il Frignano. Purtroppo nel 2012 le popolazioni delle terre Area Nord e delle Terre d'Argine, oltre ad essere colpiti dal sisma, hanno visto aumentare i prezzi, per fortuna c'è stata una riduzione del 3% rispetto all'ultimo anno sui costi dei consumi di quelle zone, diciamo una doccia un pò meno fredda. 

MENO SPESA, A COSA RINUNCIAMO. I consumatori del modenese hanno ridotto dell' 1,2% i prodotti alimentari e dell'1,8% quelli non-alimentari. Le famiglie che comprano generi alimentari negli hard-discount sono raddoppiate passando dall'8,6% del 2006 al 16% del 2013. Com'era prevedibile si sono ridotte le spese d'abbigliamento del 62%, di prodotti tecnologici e persino del traffico delle comunicazioni, mentre sono aumentate quelle relative alla salute (anche perché obbligatorie). E' in leggero aumento il numero di consumatori che utilizza Internet per comprare prodotti e servizi, in particolare viaggi e assicurazioni. Da quest'anno Federconsumatori ha chiesto a chi ha un mutuo se è riuscito a pagarlo e 95% dice di sì, ma solo un debitore su tre lo ha fatto senza modificare il proprio tenore di vita. 

PARTECIPA AL NOSTRO SONDAGGIO QUANTO TI COSTA FARE LA SPESA?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco dove conviene fare la spesa tra Modena e Provincia

ModenaToday è in caricamento