Articoli sanitari a prezzi folli, Federconsumatori: "Tenete gli scontrini, ci pensiamo dopo"

"Comportamento vergognoso, rispetto al quale bisognerà essere severissimi", afferma il Presidente di Federconsumatori Modena. Tenere scontrini, fotografie di cartellini e screenshot dei siti web per risalire ai responsabili quando ve ne sarà modo

Tante, anche a Modena, le segnalazioni che denunciano i prezzi folli di articoli, soprattutto sanitari, su cui qualche disonesto sta cercando di guadagnare approfittadosi dell'emergenza. Gli accusati scaricano la responsabilità sui fornitori, che a loro volta puntano il dito contro i produttori: uno scaricabarile continuo che, ad oggi, rende difficile individuare il colpevole.

A questo proposito Marzio Govoni, presidente di Federconsumatori Modena, si esprime così: "E' complicato fare una denuncia in tempi di ridotta mobilità, così com'è difficile fare una segnalazione in un momento dove l'impegno delle Forze dell'Ordine è enorme. Per questo stiamo dicendo a chi chiama di conservare gli scontrini. Ci sarà tempo per intervenire, per agire nei confronti di chi ha approfittato di questa fase per aumentare i propri profitti, per lucrare su beni di difficile reperibilità.".

Il Presidente definisce questa situazione come "vergognosa", rispetto alla quale, quando possibile, bisognerà essere "severissimi"; e continua parlando di "forti sanzioni, sospensione di licenze, fino alla chiusura dei portali che veicolano inserzioni dove i prodotti sono maggiorati anche del 1000%".

L'appello lanciato da Govoni non si limita alla conservazione di scontrini. Federconsumatori infatti consiglia di tenere anche le fotografie dei cartellini e gli screenshot delle pagine web. Dopo aver assicurato la vicinanza e la tutela dell'associazione a tutti i cittadini rimasti vittime di questo "sciacallaggio", il Presidente afferma che "bisognerà risalire alle responsabilità, e sarà necessario fare i nomi, per non accomunare pochi disonesti alla grande quantità di persone che oggi sta dimostrando un impegno encomiabile per fornire servizi di pubblica utilità".

Attualmente è possibile inviare segnalazioni all'indirizzo email info@federconsumatori.it. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

Torna su
ModenaToday è in caricamento