Finanziamenti europei, dall'Ue 6 milioni di euro per Modena

Nuovi finanziamenti europei per i prossimi sette anni: saranno premiati i progetti innovativi, transazionali e con ricadute positive non solo a livello locale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

In dieci anni, dal 1994 a oggi, il Comune di Modena ha ottenuto finanziamenti dall’Europa per 94 progetti, per un valore complessivo di oltre sei milioni di euro. Alcuni sono tutt’ora in corso. Museo civico archeologico etnologico e Parco archeologico della Terramara di Montale stanno beneficiando di Openarch per la valorizzazione dei parchi archeologici open-air, finanziato con oltre 96 mila euro. Altri 118 mila euro sono arrivati con Imagine; il progetto, che fa riferimento al settore Ambiente, promuove un approccio partecipativo per una Modena più verde sul piano energetico e ambientale. Il progetto Log In, che fa capo all’assessorato alle Pari opportunità con un finanziamento di oltre 76 mila euro, ha portato nelle scuole superiori della città attività per sensibilizzare i giovani sulla violenza di genere e sul ruolo che le nuove tecnologie e i social network possono avere nell'incoraggiarla. Ai giovani immigrati e alle loro famiglie si rivolge Mosaico, un insieme di azioni per migliorare l’accoglienza e l'inserimento dei minori stranieri a scuola e nell’associazionismo giovanile. Il progetto prevede per il Comune un contributo di 128 mila euro ed è trasversale a diversi settori: con capofila le Politiche giovanili vede il coinvolgimento dei settori Istruzione e Politiche sociali.

Nei prossimi sette anni sarà attiva una nuova gamma di finanziamenti europei assegnati a progetti di carattere transnazionale, innovativi e in grado di produrre effetti positivi non solo a livello locale. La Commissione europea gestirà direttamente questi programmi, lanciando i bandi, valutando le candidature e assegnando i fondi che di norma saranno cofinanziamenti. In tal modo l’Ue punta a incoraggiare la cooperazione tra attori di diversi paesi in una molteplicità di settori di intervento: cultura e creatività, cittadinanza europea, diritti, cooperazione giudiziaria, salvaguardia dei consumatori, sanità e salute, gestione dei flussi migratori, formazione e sport, occupazione e innovazione sociale, innovazione nelle Pmi. L’Ue ha anche lanciato anche i fondi strutturali 2014-2020 gestiti a livello nazionale e regionale: il Fondo di Sviluppo Regionale per gli interventi strutturali e infrastrutturali e il Fondo Sociale per il sostegno a formazione professionale e lavoro. Per l’Emilia-Romagna parliamo di oltre un miliardo e 155 milioni di euro.

Torna su
ModenaToday è in caricamento