rotate-mobile
Economia

Rete Impresa Italia : "Arrivano i fondi per le imprese danneggiate dalla tromba d'aria"

Rete Impresa Italia si dice soddisfatta dell'arrivo dei fondi per le imprese danneggiate dalla tromba d'aria, ora che è stato accolto dal Consiglio dei Ministri la messa in "stato d'emergenza" delle aziende colpite

Il Presidente di Rete Impresa Italia, Erio Luigi Munari, non nasconde la sua gioia nell'apprendere il riconoscimento da parte del Consiglio dei Ministri dello "Stato d'emergenza". Felice dei contributi a fondo perduto  - afferma Munari  - messi a disposizione per le aziende colpite dalla tromba d’aria del 30 aprile scorso rappresentano una buona notizia e un segnale importante”. Rete Imprese Italia, che unisce Lapam Confartigianato, Confesercenti, Cna e Confcommercio, ritiene che questa scelta politica consentirà di attuare anche per le imprese colpite dalla tromba d’aria, secondo l’ordinanza Regionale N° 6 del 10 luglio 2014,  la possibilità di indennizzo dei danni subiti

DIRITTI DELLE AZIENDE IN STATO D'EMERGENZA. Si tratta nello specifico del 100% delle spese per i danni agli immobili, dell’80% per i danni alle attrezzature e macchinari e del 60% per le scorte, oltre ai 500mila euro messi a disposizione, a fondo perduto, dalla Camera di Commercio di Modena per le imprese dei settori manifatturiero, costruzioni, commercio e servizi ubicate nei comuni di Castelfranco Emilia, Nonantola, S. Cesario sul Panaro. Il bando rimarrà aperto fino al 30 settembre, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi. Rete Imprese, nei giorni scorsi, aveva anche lanciato un appello affinchè presto fosse nominato il nuovo commissario per sisma e alluvione: “Le calamità naturali non hanno risparmiato il nostro territorio – conclude Munari – e torniamo a ribadire quanto sia importante avere al più presto un nuovo commissario per dare risposte a cittadini e imprese”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rete Impresa Italia : "Arrivano i fondi per le imprese danneggiate dalla tromba d'aria"

ModenaToday è in caricamento