rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Economia

Agenzie per l'energia, fusione tra Modena e Bologna

Da leggere in ottica di area vasta e di competitività l'unificazione tra Aess e Cisa compiuta oggi a Bologna. Il nuovo soggetto punta già ai bandi del futuro prossimo

Si fanno sull'energia i primi passi nell'area vasta centrata sull'asse Bologna-Modena, sempre 'in progress' insieme con Ferrara. Le agenzie energetiche dei due territori, una sorta di super consulenti per gli enti pubblici in primis, ora si fondono in un unico organismo, che avrà il compito di formare e accompagnare i Comuni verso i bandi regionali di riferimento e non solo. Si parte in questi giorni con quello delle risorse Por-Fesr sull'efficienza energetica negli edifici pubblici (cappotti termici, infissi e caldaie), ma si proseguirà. 

Intanto, per dare gambe all'agenzia fusa la Città metropolitana rende disponibili 230.000 euro, girati da Hera, in vista dei bandi. "Dopo quella su Hera, è la prima aggregazione che facciamo. Possiamo andare avanti con Modena oltre la Secchia rapita", sorride e sprona il sindaco metropolitano, Virginio Merola, oggi all'incontro con gli altri soci in Regione, a partire dall'assessore all'Ambiente del Comune di Modena Giulio Guerzoni. 

Si fondono (per incorporazione), dunque, l'Agenzia per l'Energia e lo Sviluppo Sostenibile di Modena (Aess) e l'associazione Cisa, che fin qui ha lavorato per rendere la montagna bolognese un "distretto dell'energia sostenibile"; in realtà, è il soggetto modenese, vista la sua maggiore stazza (oltre un milione di euro di fatturato all'anno fin qui), che tecnicamente ingloba quello bolognese. Tutti i soci hanno approvato all'unanimità.

Lo staff di Aess è attualmente composto da 11 dipendenti a tempo indeterminato e due collaboratori a partita Iva; con la fusione, verrà acquisito un nuovo dipendente a tempo indeterminato part-time. Nessun consigliere percepirà compensi, oltre a quelli già previsti come amministratori dei singoli Comuni, nel caso i gettoni spetteranno al futuro comitato scientifico. 

"Mettiamo insieme due aziende sane che non vivono solo di contributi pubblici, ma partecipano alle gare", precisa ancora Merola, affiancato in tutti i lavori dal consigliere delegato metropolitano Lorenzo Minganti. Condivide tutto Guerzoni: "E' un anno che lavoriamo alla fusione, il nuovo soggetto sarà pià robusto e costituisce la prima piattaforma operativa per ragionamenti più ampi. La nuova Aess è all'altezza per una nuova sfida di area vasta".

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenzie per l'energia, fusione tra Modena e Bologna

ModenaToday è in caricamento