rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Economia

Un'ottima annata, il bilancio di Hera sorride sempre di più

Stefano Venier, Amministratore Delegato Hera: "Ai positivi risultati raggiunti hanno contribuito in modo rilevante le attività regolate, ma riflettono altresì la capacità del Gruppo Hera di operare sui mercati liberalizzati come evidenziato dal costante aumento delle quote di mercato sia nei volumi dei rifiuti speciali sia nella clientela energy"

Hera può guardare con soddisfazione e orgoglio al 2014 appena concluso, dal momento che con il bilancio chiuso al 31/12/2014 è risultato un aumento dei ricavi rispetto al 2013 nonostante l’inverno di qeust’annno sia stato uno dei più miti degli ultimi 30 anni. Il successo di quest’anno è anche dovuto all’abile capacità di Hera di creare sempre più sinergie e collaborazioni con altri enti dello stesso genere. Il rapporto più solido è stato poi quello con gli enti friulani: Est Reti Elettriche, Isontina Reti Gas e Amga Udine.

Proprio il fattore clima ha causato un calo effettivo dei ricavi rispetto al 2013, quantificabile in una percentuale circa pari al 6% rispetto allo scorso anno. Nel 2014 Hera ha ricavato circa 4,2 miliardi di euro( contro i poco più di 4,4 miliardi del 2013). Calo poi parzialmente compensato con l’aumento dei clienti. Come in tutte le aziende ciò che conta davvero non è il fatturato o il ricavo, ma l’utile netto, che per Hera si è attestato sui 181,2 milioni di euro, quasi 36 in più dell’anno precedente.

Conferma quanto detto lo stesso Presidente di Hera Tommaso Tommasi: “Nonostante il quadro economico tuttora recessivo e il clima particolarmente mite dello scorso inverno, i risultati 2014 sono in linea con il Piano Industriale ed evidenziano valori in crescita, confermando la validità del modello multibusiness di Hera”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'ottima annata, il bilancio di Hera sorride sempre di più

ModenaToday è in caricamento