Chirurgia a cuore aperto, Eurosets apre nuova frontiera nel biomedicale

Da Medolla arriva l’ossigenatore Horizon, ultimo nato di un’evoluzione iniziata 10 anni fa. Uno strumento fondamentale per quelle operazioni chirurgiche che richiedono la creazione di una cirolcazione "extracorporea"

Una soluzione biomedicale innovativa, un supporto al circolo di cuore e polmoni. Questo è l’ossigenatore a camera singola Horizon, un prodotto lanciato dall’Eurosets di Medolla che rappresenta il culmine di un’intensa attività di ricerca e sviluppo nell’ambito di dispositivi per la chirurgia cardiopolmonare. Grazie a Horizon, il chirurgo può interrompere l’attività cardiaca del paziente ed operare a cuore fermo sulla patologia, mentre l’ossigenatore sostituisce temporaneamente la funzione polmonare. Il paziente può così tornare alla sua vita normale dopo l’intervento. 

L’ossigenatore Horizon è il risultato di oltre 10 anni di attività di Eurosets per quanto riguarda la ricerca dell’eccellenza nell’ambito della circolazione extracorporea durante gli interventi di chirurgia cardiaca a cuore aperto con obiettivo la qualità di vita del paziente.
Uno specifico ambito di intervento che colloca l’azienda di Medolla tra i marchi di spicco del distretto biomedicale. 

Il primo caso umano trattato con l’ossigenatore Horizon è stato registrato a Monaco di Baviera, in Germania, il 25 gennaio scorso presso l'Herzchirurgische Klinik und Poliklinik - Klinikum Großhadern. Si tratta di un importante traguardo per tutto il team di Eurosets, un traguardo che sancisce un nuovo step nella crescita del marchio Eurosets nel mondo. 

Le performance di Horizon, nel garantire la circolazione extracorporea nell’ambito degli interventi chirurgici per la cura di patologie acute di cuore e polmoni, hanno convinto i tecnici perfusionisti "Kardiotechnik", che hanno iniziato a installare il nuovo dispositivo, apprezzando nel contempo i grandi sforzi ingegneristici e le innovazioni per ridurre i GME (microemboli gassosi) che sono responsabili di complicanze post operatorie di tipo neurologico e ischemico che spesso condizionano il risultato clinico del paziente.

Si tratta di risultati di primo piano nell’ambito del contesto internazionale nel quale il brand Eurosets assume ogni giorno rilevanza maggiore, mostrando come nel Distretto Biomedicale modenese rappresenti una delle eccellenze mondiali per quanto riguarda la salvaguardia della qualità della vita dei pazienti. Un principio ispiratore di tutte le attività del Gruppo Villa Maria (di cui Eurosets fa parte) che si traduce in una modalità di approccio attenta alla valorizzazione di ogni individuo ma, nel caso di Eurosets, anche nell’attenzione tecnologica a garantire una prestazione di altissimo livello, con la massima efficienza e la massima adesione alle esigenze del paziente e del personale medico.

Una strategia che spiega come sia diventata in pochi anni leader internazionale nella produzione di dispositivi medici per la Cardiochirurgia, ECLS (Extra Corporeal Life Support), Chirurgia Toracica, Ortopedia e per la cura delle ferite e lesioni cutanee.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

Torna su
ModenaToday è in caricamento