rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Economia

Tessuto economico modenese stabile grazie alle imprese femminili. L'indagine Lapam

Analisi dell’Ufficio studi Lapam sull’imprenditoria femminile

A pochi giorni dall’8 marzo l’ufficio studi Lapam ha promosso una indagine sull’imprenditoria femminile in provincia. Al 31 dicembre 2021 si rilevano 14.051 imprese femminili attive nella provincia di Modena, pari a più di una su cinque (il 21,8% del totale).

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (il quarto trimestre 2020) a Modena vi sono 140 imprese femminili in più, pari ad un aumento dell’1% (crescita superiore al +0,5% registrato dal totale imprese). Negli ultimi 5 anni, tra il 2016 e il 2021, si sono aggiunte 109 imprese femminili modenesi, pari ad un aumento del +0,8% (in controtendenza rispetto al -2,5% registrato dalle imprese complessive della provincia). “Nel fare valutazioni rispetto alle dinamiche appena illustrate – sottolinea Rita Cavalieri, presidente Donne Impresa Lapam - va tenuto conto che nel 2021 le cancellazioni restano nettamente sotto la media degli ultimi anni, probabilmente per effetto delle misure di sostegno messe in atto dal Governo. È pertanto ragionevole stimare l’esistenza di una ‘platea nascosta’ di imprese che in circostanze diverse avrebbero già cessato l’attività, ma al tempo stesso questi numeri confermano la resilienza delle donne imprenditrici: in un periodo in cui il sostegno alle famiglie è stato ancora più demandato alle donne, queste non si sono sottratte e continuano a scommettere anche sul fare impresa”.

Analizzando i macrosettori di attività, si osserva che le imprese femminili modenesi sono più numerose nei settori del Commercio e autoriparazione, che rappresenta il 23,8% delle imprese femminili di Modena, nei Servizi alle imprese (22,9% in provincia) e nei Servizi alle persone (14,3%). I principali settori con maggiore incidenza di imprese femminili sono, a Modena, i Servizi alle persone (il 48,2% delle imprese attive nel settore è gestito da donne), l’Alloggio e ristorazione (31,9%) e l’Agricoltura (25,6%).

Confrontando il numero di imprese femminili attive ad oggi in provincia di Modena con quello di 12 mesi fa, si può osservare un calo nell’Agricoltura (-2,4%) e, in misura minore, anche nell’Alloggio e ristorazione (-0,5%). Se confrontiamo invece con il numero di imprese al 2019 notiamo che le imprese modenesi gestite da donne non hanno ancora recuperato i livelli pre pandemia nei settori dell’Agricoltura (-4,9%), Manifattura (-2,4%) e Commercio (-0,6%). Osservando i dati negli ultimi 5 anni (2016-2021), a Modena l’Agricoltura risulta essere il settore con il calo più marcato (-10%), seguito da Commercio (-5,6%) e Manifattura (-4,7%). Al contrario registra la crescita maggiore rispetto a 5 anni fa il comparto dei Servizi alle imprese (+12,9%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tessuto economico modenese stabile grazie alle imprese femminili. L'indagine Lapam

ModenaToday è in caricamento