Imprese: un mese di proroga per salvare la J Colors di Finale Emilia

L'assessore allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla, chiede una proroga di un mese per scongiurare la chiusura dello stabilimento della J Colors di Finale Emilia. Colla: “Ci sono le condizioni per il rilancio dell'azienda, l’impegno sarà massimo a tutela dei posti di lavoro"

Un mese di tempo, per scongiurare la chiusura dello stabilimento. Lo chiedono Regione e sindacati a proposito della J Colors di Finale Emilia, nel modenese, per evitare una procedura di licenziamento che interessa 40 dipendenti, attivata dall'azienda il 22 novembre scorso sulla scia della decisione di traslocare tutta la produzione nello stabilimento milanese di Lainate.

Colpita dal terremoto del 2012, J Colors, che produce vernici industriali e per l'edilizia, è stata ricostruita grazie anche ai finanziamenti stanziati per la ricostruzione post-sisma. Al tavolo di Bologna presieduto dall'assessore allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla, in presenza del sindaco di Finale Emilia Sandro Palazzi e con sindacati e proprietà collegati in videoconferenza.

Tutti, dunque, hanno condiviso la necessità di "chiedere un mese di proroga rispetto alla chiusura della procedura prevista per il 16 aprile, per approfondire con il ministero la possibilità di individuare lo strumento di ammortizzatore sociale attinente alla particolare situazione".

Quello richiesto è considerato un margine di tempo necessario, in particolare, per consentire alla proprietà di mettere a punto "un piano di rilancio competitivo dello stabilimento modenese, incoraggiato anche da piccoli ma incoraggianti segnali di ripresa".

Si tratta di un progetto che la proprietà si sarebbe impegnata a predisporre e discutere al tavolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il mese di proroga della procedura- spiega Colla- è la condizione necessaria per continuare a lavorare insieme a ministero, azienda e organizzazioni sindacali perchè lo stabilimento resti produttivo con i lavoratori impiegati nel nostro territorio. Ci sono le condizioni per il rilancio dell'azienda e il nostro impegno sarà massimo, per raggiungere l'obiettivo a tutela dei posti di lavoro". Il tavolo verrà aggiornato entro metà aprile. (DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Pullman nel fosso dopo uno scontro con un furgone, grave incidente a Campogalliano

  • Covid, 15 casi a Modena. Oltre la metà da contagio famigliare

  • Addio a Maria Lucia Matteo, stimata ginecologa di Carpi

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento