Imu e Tasi a Modena sotto la media regionale, Lapam denuncia: "Giungla di aliquote diverse"

"Una Giungla di aliquote diverse" è così che Lapam denuncia la distribuzione delle tasse per le imprese. La regione più colpita è l'Umbria, in Emilia Romagna si è arrivati al 9,90 per mille, a Modena si è sotto la media regionale

La questione tasse sta dividendo gli imprenditori italiani, specie quelle che colpiscono capannoni, laboratori, strumenti di lavoro con quella che la Lapam definisce una "Giungla di aliquote diverse". La regione più penalizzata è l'Umbria che, tra Imu e Tasi, subisce un'aliquota del 10,34 per mille, ma l'Emilia-Romagna non è certo da meno, perché ha raggiunto il 9,90 per mille. Una collocazione in fascia media che però pesa comunque sugli imprenditori. Modena è leggermente sotto la media regionale con il 9,45 per mille.

LA TASSAZIONE SUGLI STRUMENTI DI LAVORO.  Tra il 2012 e il 2014, la tassazione sugli strumenti di lavoro delle imprese è aumentata del 18,4%, mentre nello stesso biennio le tasse sulle abitazioni principali sono diminuite del 10%. In media, in due anni ciascun imprenditore ha subito un aumento di 138 euro della pressione fiscale sugli immobili produttivi.

I COMUNI E LE TASSE SUGLI IMMOBILI.  Il 40,9% dei comuni applica una tassazione medio-alta con aliquote che oscillano tra il 9,10 e il 10,50 per mille. Il 26,2% dei comuni applica una tassazione medio-bassa, con aliquote comprese tra il 7,70 e il 9 per mille. Soltanto l’8,7 per cento dei comuni applica aliquote medie inferiori o uguali al 7,60 per mille.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LAPAM: "E' ASSURDO TASSARE COSI' TANTO GLI IMMOBILI PRODUTTIVI". "E’ assurdo - sostiene Lapam - tassare gli immobili produttivi delle imprese come se fossero seconde case o beni di lusso. Come si può essere competitivi con una zavorra tanto pesante sulle spalle? Che fine ha fatto l’annunciata riforma della tassazione immobiliare all’insegna della semplificazione e della riduzione delle aliquote?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Compie atti osceni e palpeggia una ragazzina al GrandEmilia, arrestato un 40enne

  • Festa de L'Unità, prime anticipazioni sugli spettacoli di Ponte Alto

  • Furto e aggressione con una mazza chiodata, modenese ferito in spiaggia

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Si masturba in piazza, fermato accanto al palco del Radio Bruno Estate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento