rotate-mobile
Economia

Modena, inflazione a febbraio +1,5% su base tendenziale

Variazione congiunturale + 0,1% rispetto a gennaio. Aumentano trasporti su treno, automobili e carburanti. Calano telefoni, smartphone, internet per telefonia mobile

L'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività (Nic), calcolato nel mese di febbraio 2013 dal servizio Statistica del Comune di Modena, ha fatto registrare una variazione del + 1,5 % su base tendenziale annua e una variazione congiunturale di + 0,1% rispetto al mese di gennaio 2013.

Tra le variazioni spicca il calo significativo (- 3,7%) della divisione “Comunicazioni”, nella quale la forte flessione (interamente rilevata a livello nazionale) è legata alla diminuzione degli apparecchi telefonici fissi, cellulari e smartphone, al calo dei servizi di telefonia fissa e mobilee a quello di internet per la telefonia mobile.

La crescita più forte in termini percentuali (+ 0,6%) si è registrata alla divisione “Ricreazione, spettacolo e cultura”, dove aumentano giochi, piante e fiori, servizi ricreativi e sportivi, giornalie periodici, caravan e camper (rilevazione nazionale) e pacchetti vacanza. Nella stessa divisione si hanno invece diminuzioni su apparecchi tecnologici e fotografici, oltre che sui prezzi delle riparazione di apparecchi informatici, servizi culturali e libri.

Aumento anche (+ 0,4%) per la divisione “Trasporti” dovuto alla crescita dei prezzi di automobili, biciclette, carburanti e trasporto passeggeri su treno, mentre si sono riscontrate diminuzioni su motocicli e ciclomotori, trasporto aereo e marittimo.

Più 0,4 % è anche la variazione della divisione “Bevande alcoliche e tabacchi, dove aumentano vini e liquori, mentre calano leggermente le birre. Aumenta (+ 0,2%) anche la divisione “Servizi ricettivi e di ristorazione”, nella quale crescono i servizi di alloggio e calano le mense aziendali.

Tutte le altre divisioni si presentano invariate rispetto a gennaio sul dato generale, ma con movimenti in diminuzione e in crescita al loro interno che si compensano.

In “Alimentari e bevande analcoliche”, ad esempio, si registrano aumenti per pane e cereali, carni, pesci, latte, formaggi e uova, olii e grassi, caffe' e succhi, mentre si riscontrano diminuzioni per frutta, ortaggi e zucchero, miele, cioccolato e dolciumi.

In “Servizi sanitari e spese per la salute” sono i prodotti farmaceutici ad essere in calo, ma la diminuzione è compensata dall’aumento degli altri servizi medicali. Alla divisione “Mobili, articoli e servizi per la casa”, invece, sono mobili e arredi in aumento, così come la riparazione di apparecchi per la casa. Calano invece cristalleria, stoviglie, utensili domestici e le riparazioni dei mobili.

Gli stessi dati sono elaborati anche per frequenza d'acquisto dei prodotti (divisi tra quelli acquistati più spesso, quelli intermedi e quelli meno). In questa analisi , rispetto al mese di gennaio, si registra un + 0,2 % per quelli acquistati con maggiore frequenza, - 0,1 % per quelli a media frequenza e per quelli a bassa frequenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena, inflazione a febbraio +1,5% su base tendenziale

ModenaToday è in caricamento