menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrivano i saldi da sabato 30 gennaio, "Ma serve zona gialla"

Le associazioni di categoria attendono con ansia l'avvio delle svendite, ma allo stesso tempo chiedono libertà di spostamento per i cittadini

Dopo il posticipo deciso causa covid, sabato in Emilia-Romagna cominciano i saldi invernali e i commercianti sperano nella zona gialla. Per il presidente di Confesercenti Emilia-Romagna, Dario Domenichini, la speranza "è che la scelta di fare iniziare i saldi a macchia di leopardo tra regioni, non renda meno appetibile un evento che attira solitamente molti consumatori. Naturalmente - continua Domenichini - ci aspettiamo che l'Emilia-Romagna diventi zona gialla perchè altrimenti le restrizioni previste in zona arancione rischierebbero di fare da freno e limitare le vendite. A questo poi si aggiungono le limitazioni previste dalle domeniche ecologiche che ridurranno ulteriormente le possibilità di spostamenti sul territorio bloccando i diesel euro 4 e i benzina euro 2. Siamo consapevoli che sono necessarie scelte vocate al rispetto dell'ambiente, ma in questo periodo è a rischio la sopravvivenza di migliaia di imprese e ci sarebbe parso ragionevole attenuare la misura".

Stessa speranza in casa Confcommercio: l'auspicio "è che il prima possibile l'Emilia-Romagna possa essere classificata in zona gialla o ancor meglio bianca, per ridurre al minimo le limitazioni alla libertà di spostamento delle persone". Da "sempre i saldi sono un volano d'affari importante per l'economia e soprattutto un'opportunità per i consumatori", sottolinea Marco Cremonini, presidente regionale e vicepresidente nazionale di federazione Moda Italia. Grazie ai saldi, fa notare, "gli esercizi commerciali incassano la liquidità necessaria per pagare tasse, dipendenti, fornitori, affitti, costi fissi e utenze e sono in grado di far fronte agli investimenti necessari agli ordinativi delle nuove collezioni. E quest'anno il sostegno dei consumatori è determinante".

"I saldi quest'anno rappresentano un'occasione per rinsaldare il nostro rapporto con i clienti che, a causa della pandemia da Covid-19, sono stati colpiti, come noi imprenditori, dalle forti restrizioni. Da parte nostra siamo pronti ad accoglierli in sicurezza, garantendo la professionalità e la qualità che ci ha sempre contraddistinto". Dichiara da parte sua Marco Cremonini, presidente di Federmoda Emilia-Romagna, in vista dell'avvio della stagione dei saldi.

(DIRE)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, oggi 379 casi e 7 decessi in provincia di Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento