rotate-mobile
Economia Castelvetro di Modena / Via per Modena

Vertenza Inalca, c'è un primo accordo sul contratto integrativo

Per i 600 dipendenti dello stabilimento di Castelvetro si prospetta un nuovo contratto, dopo un'ipotesi di accordo siglata in Confindustria. Previste assemblee sindacali a fine mese

E' stata firmata ieri sera, nella sede di Confindustria Modena, l'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo aziendale (anni 2015-2017) agli oltre 600 dipendenti dello stabilimento Inalca Spa di Castelvetro. L'ipotesi siglata, che sarà sottoposta alla consultazione dei lavoratori nelle assemblee sindacali del 29 luglio, conferma l'impianto del contratto aziendale precedente: porta il valore medio del salario variabile a 600 euro, introducendo un capitolo di welfare aziendale che prevede l'erogazione annuale di un buono spesa di 100 euro.

Si prevede inoltre la possibilità di richiedere un'anticipazione fino al 30% del tfr senza causale, l'introduzione di tre giorni di permesso per le malattie del figlio (tra i 9 e i 12 anni), la facoltà di estendere il periodo continuativo di ferie oltre le due settimane. Ma sono "previsti anche aggiornamenti e miglioramenti delle misure contenute in tema di ambiente, sicurezza ed igiene del lavoro, e convenzioni aziendali per trattamenti osteopatici e fisioterapici", fanno sapere in una nota congiunta le sigle Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila.

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Inalca, c'è un primo accordo sul contratto integrativo

ModenaToday è in caricamento