Finale Emilia: lavoro nero, chiusi due laboratori tessili cinesi

Causa diverse irregolarità tra cui l'impiego di manodopera clandestina, i laboratori sono stati chiusi con sospensione dell’attività fino al pagamento della maxi multa da 20mila euro comminata e la regolarizzazione dei lavoratori

Violazione della normativa sull'impiego. Per tale ragione, due laboratori tessili gestiti da cinesi sono stati chiusi la scorsa notte dai Carabinieri della Stazione di Finale Emilia e dagli operatori dell'Ispettorato del Lavoro di Modena. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In un laboratorio è stato trovato un solo dipendente cinese al lavoro non assunto regolarmente, mentre nel secondo i cinesi trovati a lavorare erano 14, dicui 10 in nero. Uno di questi era anche irregolare sul territorio nazionale, pertanto il titolare della ditta è stato denunciato per impiego di manodopera clandestina. I due laboratori sono stati chiusi con sospensione dell’attività fino al pagamento della multa e la regolarizzazione dei lavoratori ed è stata elevata una sanzione amministrativa di 20mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Dalla “spesa di guerra” alla “spesa di conforto”, cambiano gli acquisti da quarantena

  • Record di nuovi casi positivi a Modena. Le vittime salgono di altre 11

Torna su
ModenaToday è in caricamento