rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Economia

Il Lambrusco al Vinitaly 2022 con oltre 20 produttori

Dal Lambrusco Grasparossa di Castelvetro al Lambrusco di Sorbara al Lambrusco Salamino di Santacroce. Il Consorzio Tutela Lambrusco sarà presente al Vinitaly 2022

Mancano pochi giorni a Vinitaly 2022, manifestazione di riferimento in Italia per il mondo del vino, in programma a Veronafiere dal 10 al 13 aprile 2022. Il Consorzio Tutela Lambrusco sarà presente all’evento all’interno del Padiglione 1 dedicato all’Emilia-Romagna, insieme ad un’ampia selezione di cantine del territorio della provincia di Modena e Reggio Emilia.

Nello stand consortile, dallo stand B5 allo stand C3, saranno presenti 20 produttori che, attraverso le loro etichette più rappresentative, per quattro giorni incontreranno operatori e professionisti del settore italiani e internazionali e racconteranno le qualità dei vini Lambrusco nelle loro diverse declinazioni: dal Lambrusco Grasparossa di Castelvetro al Lambrusco di Sorbara, dal Lambrusco Salamino di Santacroce alle DOC Modena, Reggiano e Colli di Scandiano e di Canossa.

Le bollicine emiliane, con le loro caratteristiche sfumature di colore dal rosa al viola, saranno inoltre al centro di alcune degustazioni guidate riservate a stampa e operatori del settore. 
Lunedì 11 aprile alle ore 12, il wine educator, giornalista e conduttore televisivo Filippo Bartolotta guiderà una masterclass in lingua inglese dedicata ai “Colori del Lambrusco”: un viaggio attraverso 7 etichette, che porterà i presenti, attraverso l’assaggio, a scoprire le sfumature cromatiche ma anche gustative dei vini Lambrusco in diverse interpretazioni. 
Martedì 12 aprile alle ore 12 sarà la volta di Giuseppe Carrus e William Pregentelli (Guida Vini Gambero Rosso). A loro la regia e la conduzione della masterclass “Quando il Lambrusco è Classico”: un percorso di assaggio attraverso sei vini da uve Lambrusco nella tipologia Metodo Classico. 

Sempre martedì 12 aprile, alle 14, una degustazione 100% emiliana dal titolo “Cromoterapia emiliana” accosterà due perle del territorio: i vini lambrusco in diverse denominazioni e il Parmigiano Reggiano in stagionature differenti. 
Le degustazioni sono riservate a stampa e operatori e si terranno nella sala eventi a piano terra, all’interno del Padiglione 1. Per partecipare, fino ad esaurimento dei posti a disposizione, si può inviare richiesta a accrediti.consorziolambrusco@gmail.com per poi attendere conferma (è necessario essere già in possesso del biglietto di ingresso alla manifestazione).

"È il primo Vinitaly cui il Consorzio Tutela Lambrusco partecipa da quando i precedenti consorzi si sono uniti sotto un’unica regia a gennaio 2021 - commenta Claudio Biondi, Presidente del Consorzio - Questo ci consente di presentarci coesi e di creare sinergie, un aspetto importante che non preclude la valorizzazione delle caratteristiche diverse e complementari che l’universo Lambrusco racchiude. Attraverso il palinsesto di eventi e le attività di comunicazione, punteremo a raccontare le specificità delle denominazioni del Lambrusco, dei vini e dei territori che esse rappresentano, coinvolgendo giornalisti e operatori del settore2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lambrusco al Vinitaly 2022 con oltre 20 produttori

ModenaToday è in caricamento