menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polo logistico Amazon a Spilamberto, apertura entro la fine dell'anno

Interventi ambientali per mitigare l'impatto. Lo stabilimento darà lavoro ad almeno 200 persone a tempo intdeterminato entro il 2023. Selezioni del pesonale in primavera

Amazon ha annunciato oggi in via ufficiale l’apertura di due nuovi centri in Italia entro il 2021. Insieme al centro di distribuzione di Novara, diventa realtà anche il centro di smistamento di Spilamberto, situato nell'area "Rio Secco", a ridosso di via Vignolese, tra il centro abitato e il casello di Modena Sud. Un progetto molto dibattuto e annunciato almeno un paio di anni fa, che nei prossimi mesi diventerà realtà.

Il centro di smistamento di Spilamberto sarà il secondo sito di questa tipologia aperto da Amazon in Emilia Romagna dopo quello di Castel San Giovanni, e il terzo a livello nazionale. La società Vailog srl (Gruppo Segro) è responsabile della costruzione del nuovo magazzino in cui saranno creati oltre 200 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato entro il 2023. I dipendenti del centro di smistamento si occuperanno di smistare e preparare i pacchi, provenienti dai centri di distribuzione, per la spedizione ai depositi di smistamento, prima della consegna finale ai clienti.

Il magazzino è stato al centro di una polemica da parte degli ambientalisti locali, ma Amazon assicura che saranno messe in campo azioni per ridurre l'impatto ambientale. L’energia prodotta grazie a pannelli fotovoltaici posti sulla copertura alimenterà il magazzino (720 kW) e i parcheggi saranno dotato di colonnine di ricarica per le auto elettriche e inoltre verrà e incentivato il sistema di trasporto tramite biciclette con la realizzazione di nuove piste ciclabili. Saranno realizzate aree verdi e spazi alberati adeguatamente progettati nell’armonia dell’insieme. A Spilamberto è stata prevista una riqualificazione delle aree verdi creando dei percorsi ambientali nell’ambito di un progetto paesaggistico di rinascita "per preservare l’equilibrio e la biodiversità delle aree presenti limitrofe al Rio Secco che prevede la piantumazione di essenze autoctone".

“Quando nel 2018 abbiamo scelto di ospitare il nuovo stabilimento sapevamo che l'occupazione generata sarebbe stata una vera e propria boccata d’ossigeno per la nostra comunità e per un territorio, quello modenese, che allora non aveva ancora recuperato i livelli di occupazione pre-crisi 2008. Questo discorso è valido a maggior ragione oggi che viviamo un momento storico imprevedibile e che nei prossimi mesi ci vedrà far fronte alla disoccupazione post-covid. In questo tempo di incertezza poter contare su questi posti di lavoro certi farà star meglio tante nostre famiglie e di questo sono soddisfatto”, ha commentato il Sindaco di Spilamberto, Umberto Costantini.

Il lancio di questi due nuovi siti comporterà un ulteriore investimento di oltre 230 milioni di euro, che si aggiungeranno a 5.8 miliardi già investititi da Amazon in Italia negli ultimi dieci anni.

La selezione degli operatori di magazzino avrà inizio in primavera. I dipendenti saranno assunti al quinto livello del Contratto nazionale del Trasporto e della Logistica con un salario d’ingresso di €1.550 lordi.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la provincia di Modena sarà "zona rossa" da giovedì 4 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento