Covid e crisi occupazionale, il lavoro ora si (ri)trova nei campi

La piattaforma online di Coldiretti ha offerto possibilità a chi era in cerca di una nuova occupazione dopo aver perso la propria a causa dell'eemrgenza sanitaria

Da artisti sulle strade di Pisa alla raccolta di frutta nella pianura modenese: è quello che è successo a Marcel e Alice, acrobati e giocolieri, che a causa del coronavirus hanno dovuto abbandonare gli spettacoli circensi per reinventarsi operai agricoli.

A raccontare la loro storia è Coldiretti Modena, sottolineando come l’occasione di un nuovo lavoro sia stata possibile grazie a 'Job in Country', la piattaforma di intermediazione della manodopera della Coldiretti che offre a imprese e lavoratori un punto di incontro.

A cogliere l’opportunità offerte da Job in country – informa Coldiretti Modena - è stata Silvia Luppi, giovane imprenditrice agricola, titolare di un azienda a San Prospero che, dopo una laurea in lingue e un passato da commerciale in un’azienda locale, ha deciso di occuparsi dell’impresa di famiglia dove oltre a coltivare frutta (pere, pesche, susine, ciliegie e uva) alleva mucche al pascolo e gestisce una fattoria didattica. A fronte della situazione di crisi imposta dal coronavirus con il suo strascico di disoccupazione, Silvia ha voluto dare un aiuto a chi si trovava in difficoltà e, attraverso l’annuncio sul portale di Coldiretti, ha potuto offrire un lavoro nella sua azienda.

Ma Job in Country – continua Coldiretti Modena - ha permesso l’inserimento lavorativo anche di Aurora, studentessa toscana di Belle Arti in cerca di una fonte di reddito per mantenersi negli studi, e di Pierpaolo, impiegato nell’ambito sociale, rimasto senza lavoro nel pieno dell’emergenza sanitaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con gli stagionali bloccati nei paesi d’origine dalle misure anti coronavirus e le aziende a corto di personale, Job in Country è stato un aiuto per le aziende in un quadro di assoluta trasparenza e legalità – sottolinea il Presidente di Coldiretti Modena, Luca Borsari. Ma serve anche subito una radicale semplificazione del voucher agricolo per ridurre la burocrazia e consentire anche a percettori di ammortizzatori sociali, studenti e pensionati italiani lo svolgimento dei lavori nelle campagne in un momento in cui tanti sono in cassa integrazione e le fasce più deboli della popolazione sono in difficoltà.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion e autocisterna si scontrano e prendono fuoco, una vittima in Autosole

  • Accademia Militare, per la prima volta una donna è la più meritevole fra gli Allievi

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Test sierologici gratuiti in farmacia, è necessario prenotare

  • Contagi, 81 nel modenese. Due decessi e due ingressi in Terapia Intensiva

  • Scuole, contagi in altre 21 classi. Cinque finiscono in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento