Lavoro sommerso: a Modena 12 mila imprese artigiane esposte alla concorrenza sleale

Lapam Confartigiananto lancia un allarme per il lavoro sommerso e irregolare che minaccia le imprese artigiane del territorio. L’associazione: “E' necessaria una efficace politica di lotta all’evasione”

"Una grave minaccia per le imprese regolari e in particolare per quelle operanti nell'artigianato, deriva dall'abusivismo" . L’allarme viene da Lapam Confartigianato. L’associazione ha infatti elaborato uno studio che mette in allarme e che evidenzia come l’Emilia-Romagna e, naturalmente, anche Modena non sia esente da questa piaga. Come descrive la ricerca di Lapam, in Emilia-Romagna è presente una concorrenza sleale meno accentuata rispetto al livello nazionale, ma nella regione sono comunque ben 85 mila le imprese artigiane maggiormente esposte alla concorrenza sleale del sommerso. A livello provinciale Modena conta ben 12.715 imprese artigiane esposte al rischio della concorrenza sleale del sommerso.

"Nella nostra regioneevidenzia Lapam - erano 208 mila gli occupati non regolari nel 2016. Il sommerso rappresenta dunque il terzo settore dell’economia della regione: gli occupati irregolari sono quasi due volte gli occupati regolari delle Costruzioni. Il tasso di irregolarità, calcolato come incidenza degli occupati non regolari sul numero totale di occupati, è pari al 10%, in Italia è al 13,1%, ciò significa che in Emilia-Romagna c’è 1 lavoratore irregolare ogni 10 regolari. A livello settoriale il tasso di irregolarità maggiore è il 16% dell’Agricoltura, seguito dall’11,5% dei Servizi, dal 10,3% delle Costruzioni e dal 4,6% del Manifatturiero."

"Tutto ciò- prosegue Lapam- porta ad un aumento della pressione fiscale sui contribuenti ‘onesti’, unici a pagare imposte e contributi sociali, diminuendone la competitività verso la concorrenza estera e verso le imprese ‘in nero’. Per incentivare il lavoro indipendente regolare – propone l’associazione - è necessaria dunque una efficace politica di lotta all’evasione, affiancata da interventi che migliorino le condizioni di contesto ‘per fare impresa’, come l’accesso al credito, la risoluzione di dispute commerciali e l’ottenimento di permessi di costruzione"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Trova online la sua bici subata e dà appuntamento al ricettatore in piazza, insieme ai Carabinieri

  • Investito da un'auto a San Damaso, gravissimo un adolescente

Torna su
ModenaToday è in caricamento