rotate-mobile
Economia Maranello

Il mattoncino sorpassa il Cavallino, Lego è il marchio “più forte” del mondo

Ferrari sprofonda nella classifica stilata da Brand Finance, scendendo dal primo al nono posto. Meglio di tutti sono i mattoncini danesi, seguiti da PWC e Red Bull. Pesa il flop sportivo in Formula 1

Da uomo ambizioso quale è sempre stato, siamo sicuri che oggi - nel giorno del suo 117esimo compleanno – Enzo Ferrari non avrebbe gradito vedere il proprio nome superato da quello di cubetti di plastica danese. Anche se si fosse trattato, come nel nostro caso, di una classifica relativa ai brand più prestigiosi ed influenti, stilata dall'agenzia Brand Finance.

Già, perchè la casa di Maranello ha perso la leadership che lo scorso anno aveva conquistato a livello internazionale come marchio più potente del globo. A guidare la nuova classifica sono i mattoncini più famosi del mondo, che da generazioni riempiono la fantasia e le giornate di milioni di bambini – e non solo quelli. A determinare la vittoria di Lego sono stati criteri relativi soprattutto alla fidelizzazione e alla soddisfazione dei consumatori e al senso di familiarità, oltre ad aspetti di marketing. In un mondo saturato di tecnologia a vincere è quindi quel senso di semplicità e di nostalgia legato all'infanzia e al gioco.

Ferrari deve perciò accontentarsi del nono posto, un ritornello abbastanza ricorrente negli ultimi anni per i tifosi di Formula 1. E proprio le competizioni sportive e quel successo che manca ormai da troppo tempo dopo i fasti degli anni '90 e 2000 pesano molto sull'immagine del Cavallino. Brand Finance spiega anche che "l'uscita di Luca Cordero di Montezemolo lascia prevedere un piccolo cambio di strategia alla divisione auto da strada. Montezemolo aveva mantenuto un rigido tetto alla produzione per mantenere l'esclusività del marchio: dalla sua partenza, Sergio Marchionne ha suggerito che questa politica verrà ammorbidita per aumentare i ricavi". In ogni caso, commenta il ceo di Brand Finance David Haigh, "Ferrari mantiene comunque una forte posizione e il valore del suo brand è aumentato del 18% a 4,7 miliardi di dollari". Ma prestigio e guadagni non sono la stessa cosa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mattoncino sorpassa il Cavallino, Lego è il marchio “più forte” del mondo

ModenaToday è in caricamento