rotate-mobile
Economia Campogalliano

Bevservice conferma i tagli al personale, nuovo stato di agitazione sindacale

L'azienda che si occupa dell'assistenza tecnica dei distributori di bevande del gruppo Coca Cola (che ne detiene il 20%) dichiara di voler procedere ad ulteriori 110 licenziamenti. I sindacati chiedono un nuovo piano industriale

Il 12 novembre in Confindustria a Modena la proprietà di Bevservice - ramo d'azienda di Coca-Cola Italia - ha riconfermato quanto comunicato il 28 ottobre scorso, ossia la volontà di procedere ad ulteriori 110 licenziamenti chiudendo l'attività nella sede operativa di Campogalliano (uffici e officina) e un forte ridimensionamento dei tecnici esterni. 

Bevservice nasce il 2 gennaio 2013 da un conferimento di ramo d'azienda di Coca-Cola Italia (che ne detiene una quota societaria del 20%) della propria assistenza tecnica e di manutenzione degli impianti frigoriferi e di distribuzione con 278 addetti. Addetti ridotti ad oggi a meno di 200 a causa di una procedura di licenziamento collettivo e dimissioni incentivate a inizio anno.

Al tavolo del 12 novembre – riferiscono fonti sindacali – l'azienda ha confermato l'ottimo andamento economico: quasi 9 milioni di utili, il 20% netto sui ricavi dopo le imposte. Ma allo stesso tempo si verifica una riduzione delle attività dai principali fornitori, quali la stessa Coca-Cola, Carlsberg e McDonald's. Il vero obbiettivo è quello, dichiarato anche dalla stessa azienda ai sindacati, di cedere a terzi tutte le attività sia di allestimento e ricondizionamento dell'officina di Campogalliano, sia di assistenza tecnica esterna su tutto il territorio nazionale, fino alle attività amministrative, utilizzando anche la nascita di partite Iva. 

“Ne esce un piano industriale che non possiamo condividere perché smentisce quanto definito con Coca-Cola nel 2013 e quanto sempre dichiarato da Bevservice nei mesi successivi”, scrivono in una nota congiunta Fai/Cisl Flai/Cgil e Uila/Uil.  Pertantp è stato confermato lo stato di agitazione proclamato ad agosto, e nei prossimi giorni verranno programmate le assemblee su tutto il territorio nazionale per l'indizione di ulteriori azioni volte al ritiro dei licenziamenti e alla presentazione di un piano industriale di prospettiva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bevservice conferma i tagli al personale, nuovo stato di agitazione sindacale

ModenaToday è in caricamento