menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Tomaso, lo storico marchio automobilistico finisce ai cinesi

Per la cifra di 1 milione e 50mila euro una società cinese si è agggiudicata la proprietà del marchio De Tomaso, reduce da travagliate vicende fallimentari. Preoccupazione fra gli addetti ai lavori per il futuro della produzione

Da Modena a Torino, poi fino in Cina. Lo strano percorso della De Tomaso si arricchisce oggi di una nuova tappa, dopo che la società cinese Ideal Team Ventures Limited si è garantita la proprietà del marchio all'asta fallimentare che si è chiusa stamane. Poco si sa della compagine dell'estremo oriente, che ha sede operativa ad Hong Kong ma residenza fiscale alle Isole Vergini e si occupa di produzione automobilistica nel paese della Grande Muraglia.

Sono pochi, a ben vedere, coloro i quali identificano nella Ideal un soggetto capace di rilanciare il marchio automobilistico, fondato a Modena da Alejandro De Tomaso ormai 56 anni or sono e lentamente declinato dopo la morte del fondatore e l'abbandono della sede di viale Vigilio.

Resuscitata solo sulla carta nel 2009 dall'imprenditore Gian Mario Rossignolo, il marchio De Tomaso appartiene ormai quasi esclusivamente alla storia delle auto sportive e di lusso. Tutto è fermo nello stabilimento piemontese di Grugliasco (che ha assorbito anche la produzione Maserati) dove la notizia dell'aggiudicazione del marchio da parte dei cinesi non è stata accolta con entusiasmo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Emilia-Romagna 1.208 nuovi positivi, di cui metà asintomatici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento