rotate-mobile
Economia Via Luigi Albinelli

Mercato Albinelli, ipotesi di "trasformazione” in centro commerciale

Il Consorzio studia l'ipotesi di un cambio: da mercato su area pubblica a media struttura commerciale. Confesercenti: "Debbono essere debitamente informati riguardo cosa comporta il cambiamento"

Nelle ultime settimane il Consorzio che gestisce il Mercato coperto di via Albinelli ha dichiarato ed evidenziato che è in corso di valutazione la possibilità di trasformare l’intero complesso da Mercato, a Media Struttura di Vendita. Oggi infatti il Mercato Coperto Albinelli risulta essere un mercato coperto su area pubblica e come tale soggetto a specifiche normative.

“Non si tratterebbe infatti di un semplice cambiamento formale – spiega Confesercenti Modena intervenendo sul tema - in quanto il passaggio da attività su area pubblica ad attività di commercio a posto fisso muterebbe completamente l’inquadramento normativo di riferimento con conseguenze sul piano amministrativo, fiscale ed economico.” I cambiamenti infatti riguarderebbero un'innumerevole serie di fattori, che potenzialmente potrebbero cambiare volto alla storica struttura. Da un lato modifiche di natura fiscale, economica e burocratica per gli operatori e dall'altro una potenziale rivoluzione anche per l'offerta per il pubblico.

ORARI - In tema di orari, con ogni probabilità, quelli di apertura al pubblico potrebbero ampliarsi in via sperimentale. Sarebbe un segnale concreto in sintonia con l’evoluzione dei mercati coperti europei esistenti, oltre a rappresentare un’opportunità di maggior frequentazione da parte dei consumatori, di cui beneficerebbe l’intera area commerciale adiacente alla struttura. 

SUOLO PUBBLICO - C’è poi la questione affitto: quello odierno del plateatico, attualmente agevolato per gli operatori su area pubblica, diventerebbe di posteggio, adeguato ai parametri commerciali: “Chiediamo: rimarrebbero le agevolazioni?”
Di non secondaria importanza anche la questione merceologica. In una Media Struttura di Vendita, regolata dalla normativa sul commercio al minuto, le licenze sono libere, alimentari ma anche extralimentari. Per eccesso si potrebbe quindi delineare un cambiamento nelle merceologie ammesse con l’ingresso di settori extralimentari, delegittimando così la natura alimentare del ‘mercato Albinelli’.

MERCATO STORICO - Da ultimo, ma non per minor importanza, essendo il mercato coperto Albinelli tra i 50 mercati più importanti d’Europa dal punto di vista architettonico, riconosciuto come mercato storico e contrassegnato da targa al merito, “La sua eventuale trasformazione deve essere discussa in via preliminare in Consiglio Comunale per capire innanzitutto se c’è o no accordo a riguardo. Imprescindibile anche la preventiva consultazione di tutti gli operatori del mercato Albinelli, della cittadinanza oltre che delle Associazioni; la destinazione del Mercato storico di Modena non può infatti essere subordinata ad interessi di parte, ma deve rispondere all’interesse più generale sia degli operatori stessi che della città, e non da fungere da paravento dietro il quale si nascondono difficoltà di gestione e/o di rapporti coi commercianti che vi lavorano.”, chiosa Confesercenti. Sempre in tema di trasformazione inoltre, emerge la necessità di una preventiva valutazione con la Soprintendenza ai beni storici, nonché del parere alla Regione Emilia Romagna sulla fattibilità dell’eventuale trasformazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato Albinelli, ipotesi di "trasformazione” in centro commerciale

ModenaToday è in caricamento