menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato ortofrutticolo, da gennaio 2014 nuova sede in via Gandhi

L'annosa querelle tra gestori e Comune trova finalmente una soluzione. Entro il 31 dicembre dovrà essere sgomberato l'attuale stabile al "Mercato bestiame". Tre aziende hanno trovato l'accordo per gestire una nuova area ai Torrazzi

Dopo quasi 5 anni di ulteriore permanenza in via del Mercato, in deroga alle regole, un nuovo bando ha finalmente permesso di trovare una diversa collocazione ai grossisti del mercato ortofrutticolo di Modena. Le famiglie modenesi potranno infatti continuare ad acquistare frutta e verdura all'ingrosso in un nuovo stabile di via Gandhi, nella zona dei Torrazzi. Il trasferimento avverrà con l'inizio del 2014.

Il modello della nuova attività, definito attraverso un bando pubblico che ha portato nei giorni scorsi alla sottoscrizione di una convenzione, prevede che la gestione sia completamente a carico del privato senza costi diretti o organizzativi da parte del Comune, liberando così l'area dell'ex Mercato bestiame, per la quale è previsto da anni un piano di riqualificazione. Sono tre i nuovi gestori, raggruppati in una società, che hanno firmato la convenzione con il Comune, valida per sei anni e rinnovabile per altri sei, dopo aver risposto al bando: “La Favorita spa”, “Eurofrut spa” e “Agricola Hortoitalia Op. società cooperativa”.

Nel frattempo, nella seduta di ieri, martedì 27 agosto, la Giunta comunale ha concesso una proroga fino al 31 dicembre 2013 agli attuali operatori nella sede di via del Mercato. Entro quella data, i nuovi gestori dovranno essere pronti ad avviare l’attività, dopo aver adattato lo stabile che li ospiterà in via Gandhi.

“Abbiamo concluso un lungo percorso e il risultato garantisce sia il servizio agli operatori sia quello ai consumatori - spiega Stefano Prampolini, assessore comunale allo Sviluppo economico - oltre a dare risposte positive al tema dell'occupazione. Tutte le imprese interessate, comprese quelle insediate storicamente all'attuale Moi, hanno avuto la possibilità di partecipare individuando un immobile idoneo, anche rispetto a viabilità e parcheggi, dove svolgere l'attività. Con questa soluzione - ribadisce Prampolini - manteniamo in città, in una posizione facilmente raggiungibile anche in autobus, un servizio per operatori commerciali e famiglie che avrà attenzione anche per l'ortofrutta a km 0 dei produttori del nostro territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento