Nasce a Modena un acceleratore d'impresa a servizio della Motor Valley

L’iniziativa è lanciata e sostenuta da CDP Venture Capital Sgr, Fondazione Modena e UniCredit, e sarà gestita da Plug and Play e CRIT

Nasce il primo acceleratore italiano dedicato al settore automotive. E dove se non nella terra dei motori? Il Motor Valley Accelerator di Modena è frutto di un’operazione congiunta del Fondo Acceleratori di CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione, Fondazione di Modena e UniCredit, con il fondamentale supporto di CRIT, broker tecnologico modenese con un’esperienza ventennale nella ricerca, analisi e condivisione di tecnologie per il settore industriale, tra cui il mondo dell’auto, e Plug and Play, la più grande piattaforma di Open Innovation al mondo, con oltre 1400 startup accelerate solo nel 2019 e 400 aziende partner in 16 paesi, tra cui l’Italia dal 2019.

Il coinvolgimento di questi due attori complementari, con vocazioni diverse ma sinergiche fra loro, rientra in una strategia volta a garantire alle start-up del programma un ampio bacino di competenze e modelli imprenditoriali cui attingere e fungerà da contaminazione fra le il know-how territoriale e quello internazionale.

L’obiettivo è quello di aiutare l’Italia a giocare un ruolo da protagonista in una fase di grandi transizioni nella mobilità, dal motore elettrico e la sostenibilità in senso lato alla connettività e la guida autonoma, che vede in Modena uno dei principali centri di ricerca. L'Accelerator dialogherà quindi con le strutture di ricerca presenti e con le imprese del territorio e non si esclude che possa trovare uno sbocco anche nel progetto di riqualificazione delle ex Fonderie.

Apre a Modena il primo punto informativo regionale di Cassa Depositi e Prestiti

Le start-up, identificate in fase pre-seed e seed, le fasi embrionali della loro crescita, riceveranno il supporto di un percorso strutturato verso la validazione del proprio modello di business fruendo dell’expertise, del network e della capacità di investimento finanziario dei partner dell’Acceleratore, con l’obiettivo di crescere e diventare campioni nazionali di innovazione nel panorama dell’automotive e del motor-tech.

Le start-up selezionate avranno accesso ad un percorso di accelerazione di 6 mesi, al termine del quale le migliori potranno ricevere un ulteriore investimento da parte del Fondo Acceleratori di CDP Venture Capital Sgr, la Fondazione di Modena, UniCredit e la stessa Plug and Play Italy.

Il Motor Valley Accelerator ha l’obiettivo di movimentare complessivamente 20 milioni di euro verso le start-up accelerate catalizzando l’interesse internazionale verso questo nuovo polo innovativo dell’automotive italiano.

Questo lancio rientra in una strategia complessiva di CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione, di creazione di una rete di 20 Acceleratori fisici sul territorio concentrati nei distretti ad alta specializzazione tecnologica, e di un acceleratore digitale per la formazione delle start-up, denominato Digital Xcelerator, per creare un network di sostegno alla nascente imprenditoria innovativa in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento