rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Economia

Mutui e prestiti, un modenese su tre deve fare i conti con le rate

Uno studio Crif dimostra come Modena, ma anche Bologna e Parma, abbiano una percentuale di indebitamento oltre la media nazionale. Un dato che è in in crescita del +4,1% rispetto ad un anno fa

In Emilia-Romagna il 34,8% della popolazione maggiorenne ha almeno un rapporto di credito attivo. Il territorio di Modena è quello che ha fatto segnare la quota più elevata in regione, pari al 37%; seguono le province di Bologna (36,9%) e Parma (36,8%). All'estremo opposto si colloca la provincia di Rimini, dove solo il 29,8% della popolazione ha almeno un rapporto di credito. 
È quanto emerge dall'ultima 'mappà elaborata da Crif, società specializzata in sistemi di informazioni creditizie, relativa al primo semestre 2017. A livello nazionale, lo studio evidenzia che nel primo semestre oltre un terzo degli italiani, il 35,4% del totale della popolazione maggiorenne (in crescita del 4,1% rispetto ad un anno fa), registra almeno un contratto di credito rateale attivo e, a livello pro-capite, mensilmente rimborsa 356 euro.

Per quanto riguarda la rata media da rimborsare, l'Emilia-Romagna si colloca al quinto posto assoluto con rate mensili pari a 382 euro (deve essere considerata l'elevata incidenza dei mutui, dice Crif). Entrando nel dettaglio provinciale dell'Emilia-Romagna, spicca Rimini che, con una rata media mensile pari a 432 euro, si posiziona al quinto posto assoluto nella graduatoria nazionale. Seguono Modena e Bologna, rispettivamente con 407 e 404 euro. Per quanto riguarda infine l'indebitamento medio, la Lombardia si colloca al primo posto nazionale con 42.957 euro pro-capite, che ancora devono essere rimborsati, seguita dal Trentino-Alto Adige con 40.827 e dalla stessa Emilia-Romagna con 39.571. La provincia emiliana con l'indebitamento medio più elevato è Bologna, pari a 44.388 euro, che si trova cosi' all'ottavo posto nazionale.

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mutui e prestiti, un modenese su tre deve fare i conti con le rate

ModenaToday è in caricamento