rotate-mobile
Economia

Coop Alleanza 3.0 è ormai realtà, nasce domani il colosso cooperativo

Fusione di Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense. Sarà la più grande cooperativa di consumo italiana e, per numero di soci, d'Europa. Turrini: "Porteremo in ogni punto vendita i nostri progetti sociali più interessanti"

Adriano Turrini è il presidente di Coop Alleanza 3.0, che nascerà domani dalla fusione di Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense. Sarà la più grande cooperativa di consumo italiana e, per numero di soci, d'Europa: 2,7 milioni di soci, 4,8 miliardi di fatturato, 22 mila lavoratori.

La coop potrà contare su 419 punti vendita, di cui 56 ipermercati, diffusi da Nord a Sud (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Puglia, Basilicata e, tramite società, Trentino, Lazio, Campania e Sicilia), per un totale di 12 regioni. La struttura di governo prevede tre amministratori delegati, ognuno con una delega specifica, che opereranno in piena sinergia: Adriano Turrini avrà la delega ai servizi centrali e alle politiche sociali e sarà anche il presidente, Massimo Ferrari avrà la delega alla gestione caratteristica, Paolo Cattabiani avrà la delega a finanza e sviluppo. Per garantire rinnovamento, il presidente potrà restare in carica non piu' di tre mandati triennali consecutivi. Il consiglio di amministrazione sarà composto da 31 membri e la sua formazione rispetterà la presenza territoriale della base sociale.

Sabato 3 ottobre si tiene l'ultimo passaggio formale quando l'assemblea dei delegati ratificherà la volontà già espressa dei soci. Coop Alleanza 3.0 sarà operativa dal 1 gennaio 2016. E potrà contare su punti vendita in 12 regioni: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Puglia, Basilicata e, tramite società, Trentino, Lazio, Campania e Sicilia. Tre gli amministratori delegati, espressioni delle tre Coop che si sono fuse: oltre a Turrini (presidente dell'Adriatica, si occuperà di servizi centrali e politiche sociali), Paolo Cattabiani (Nordest, finanza e sviluppo) e Massimo Ferrari (Coop Estense, gestione caratteristica). 

"Nel nome Alleanza ritroviamo il radicamento ai valori mutualistici della cooperazione -ha affermato Mario Zucchelli, presidente di Coop Estense-. 3.0 esprime invece l'attenzione alla sfide innovative che dovremo affrontare". "La fusione non porterà alla chiusura di punti vendita -ha assicurato Andrea Turrini-. Anche perchè non ci sono problemi si sovrapposizione di punti vendita perchè le tre coop hanno sempre operato in zone d'Italia diverse". Non ci saranno quindi neanche tagli occupazionali, hanno assicurato i tre manager.

(DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop Alleanza 3.0 è ormai realtà, nasce domani il colosso cooperativo

ModenaToday è in caricamento