rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Economia San Faustino / Strada Formigina, 125

Sisma: dopo le proteste, i Vigili del Fuoco ricevono i primi arretrati

A quasi un anno dall'emergenza arrivano i pagamenti degli straordinari. L'Assessore Gazzolo: "Nel più breve tempo possibile il saldo di tutte le somme dovute per un impegno fondamentale"

Le rimostranze dei Vigili del Fuoco sembrano aver sortito i loro effetti. Il corpo aveva infatti alzato la voce presso le massime autorità dello Stato e proclamato lo stato di agitazione attraverso il sindacato autonomo Conapo, per chiedere il pagamento degli straordinari. Il personale intervenuto nel sisma emiliano non aveva ancora percepito alcun compenso per le attività svolte dall'inizio dell'emergenza ad oggi.

É notizia di ieri che finalmente sono stati sbloccati e liquidati oltre 5,3 milioni di euro per il pagamento delle attività e delle ore straordinarie. “Si tratta di un primo acconto pari al 50% di quanto spettante al Corpo per il fondamentale lavoro svolto a favore delle popolazioni colpite dal terremoto: un impegno straordinario che continua tutt’ora, in particolare per gli interventi di demolizione e quelli specialistici di salvaguardia dei beni culturali”, ha affermato l’Assessore Regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo.

La liquidazione è stata disposta con un atto formale del direttore dell’Agenzia regionale di Protezione civile Maurizio Mainetti ed è già stato consegnato in Banca d’Italia il relativo ordinativo di pagamento. Ora la Direzione Generale dei Vigili del Fuoco e i vertici della Protezione Civile verificheranno tutta la rendicontazione per cercare di coprire in tempi utili i pagamenti ancora dovuti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sisma: dopo le proteste, i Vigili del Fuoco ricevono i primi arretrati

ModenaToday è in caricamento