rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Economia Spilamberto

Palio Spilamberto, raccolti quasi 1500 campioni di Aceto Balsamico Tradizionale

Successo inedito per la raccolta dei campioni di Aceto Balsamico Tradizionale a produzione famigliare: i 12 migliori verranno premiati domenica 22 giugno a Spilamberto in occasione del Palio di San Giovanni

La carica dei 1.470: sono gli abitanti di Modena e provincia che quest’anno hanno aperto le porte delle soffitte e hanno prelevato dalle loro batterie una bottiglietta di Balsamico Tradizionale per consegnarla alla Consorteria di Spilamberto. E’ un record: nel 2013 i campioni raccolti erano stati “solo” 1.280.

In vista del Palio di San Giovanni - che si svolge domenica 22 giugno a Spilamberto - tutti i campioni di Balsamico Tradizionale, rigorosamente anonimi fino alla premiazione, vengono esaminati per arrivare a individuare i primi 12 classificati. Proprio in questi giorni si stanno svolgendo le serate di assaggio e di valutazione di tutti i campioni presentati: da inizio maggio sono al lavoro 170 Maestri Assaggiatori, oltre agli Assaggiatori e agli Allievi. In circa 20 serate e dopo oltre 13.000 assaggi complessivi, vengono selezionati gli aceti idonei alla DOP. Le valutazioni della commissione di degustazione riguardano gli standard visivi, olfattivi e gustativi del prodotto. 

Il Palio è la competizione riservata agli aceti balsamici “tradizionali” prodotti nell’area degli antichi domini estensi: si ripete ormai da 48 anni e continua a riscuotere sempre più successo tra i cultori del Balsamico. E’ una conferma di quanto il prodotto sia indissolubilmente legato alla sua terra, tanto che è stato individuato come elemento trainante per l’economia modenese in occasione dell’Expo 2015, che porterà diversi milioni di visitatori stranieri nel nostro Paese. 

Il prezioso prodotto è stato scelto, poi, come sinonomo di “qualità” nel webdizionario realizzato da RAI Expo per illustrare i temi dell’Esposizione: “Le parole di Expo” è un videodizionario “in progress” delle tematiche di Milano 2015, raccontate dalle voci degli esperti e dalle immagini dei luoghi simbolo. Si tratta di un piccolo assaggio del grande dibattito su cibo e nutrizione che si svolgerà all’Expo, destinato ad arricchirsi di nuove parole nei prossimi mesi. E’ possibile accedervi al link www.expo.rai.it/le-parole-di-expo

Cliccando sulla lettera Q è l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena a farsi portavoce della Qualità con la Q maiuscola e a raccontare al mondo la propria storia, direttamente dalle sale del suo Museo di Spilamberto. Il Gran Maestro della Consorteria Luca Gozzoli dà voce al preziosissimo nettare e ne ripercorre le tappe attraverso i secoli, dall’antichità fino all’ottenimento della D.O.P., ma soprattutto riesce a comunicare la magia del balsamico della tradizione secolare, in grado di tramandare sapori, profumi e colori per intere generazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palio Spilamberto, raccolti quasi 1500 campioni di Aceto Balsamico Tradizionale

ModenaToday è in caricamento