rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia

Nasce "Piacere", cordata di imprenditori locali per la corsa ad Aimag

Quattro aziende si uniscono con l'obbiettivo di diventare partner strategici della multiutility dell'energia. A guidare il neonato gruppo ci sono Piacentini Costruzioni Spa e Gruppo Reggiani Spa

Si chiama PIACERE la società, costituita nei giorni scorsi a Modena, che si propone come partner strategico di Aimag così come richiede il patto di sindacato che governa la multiutility. Un nome insolito quello scelto dal Gruppo costituito da quattro imprese dotate di forti competenze nei settori della raccolta e trattamento dei rifiuti, nell’acquisto e vendita di energia e nella gestione delle reti di distribuzione: Piacentini Costruzioni Spa, Gruppo Reggiani Spa, Gruppo Borsari Spa, Coseam. PIACERE è l’acronimo di Piacentini e Reggiani che detengono le maggiori quote del Gruppo. Presidente è l’imprenditore modenese Dino Piacentini. Consiglieri Alberto Reggiani e Emer Borsari.

«Ci proponiamo come partner delle multiutilities nella gestione dei servizi offerti alle comunità e al territorio – specifica Piacentini – per rafforzarli, offrirne di nuovi, migliorarne la qualità e l’efficienza e sostenerne lo sviluppo». Verso Aimag, il Gruppo modenese ha un particolare interesse: «È una multiutility ben gestita con un gruppo dirigente competente e dipendenti motivati – osserva Piacentini –. Il nostro Gruppo è in grado di portare un valore aggiunto importante mantenendo la proprietà nelle mani dei Comuni e delle Fondazioni del nostro territorio. Diversamente, se dovessero prevalere altre scelte, Aimag finirebbe per diventare il satellite di un grande gruppo più attento al ritorno finanziario, ai soci e meno all’utenza, con tutti i rischi che questa situazione comporterebbe per la qualità dei servizi e per il loro costo ai cittadini. Insomma, con noi partner di Aimag, amministrazioni pubbliche e comunità territoriali manterrebbero il controllo su beni preziosi quali l’energia e le risorse idriche».

 Inoltre, con il Gruppo saldamente legato al Modenese, a beneficiarne sarebbero le aziende del territorio alle quali, per scelta di responsabilità sociale, si rivolge abitualmente Aimag. Oltre al know-how, PIACERE apporterebbe risorse economiche e finanziare aggiuntive consentendo di investire nello sviluppo, nella costruzione e nella gestione di impianti nel settore ambiente (raccolta, trasporto, trattamento e recupero rifiuti), energetico (fonti rinnovabili) ed idrico integrato. Favorirebbe lo sviluppo di nuove tecnologie gestionali e di applicativi dei sistemi a rete (gas, acqua, fognature, depurazione, teleriscaldamento, reti energetiche in genere). Per quanto riguarda le dimensioni, il partner PIACERE favorirebbe la partecipazione, diretta o indiretta e nelle forme opportune, ad aggregazioni con altri operatori o società dei servizi pubblici locali vicini.

«Infine, ma di fondamentale rilevanza per il futuro di Aimag – aggiunge Piacentini – la presenza del nostro Gruppo consentirà alla multiutility di partecipare alla cosiddetta “gara del gas” che riguarderà l’affidamento della gestione delle reti di distribuzione per una durata di 12 anni e alla quale Aimag non potrebbe partecipare se si rafforzasse la partecipazione con soggetti che hanno posizioni dominanti sul mercato. Saremmo davvero felici di essere partner di Aimag – conclude Piacentini –. Siamo convinti che la nostra partecipazione porterebbe evidenti vantaggi alla multiutility, al territorio e ai cittadini».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce "Piacere", cordata di imprenditori locali per la corsa ad Aimag

ModenaToday è in caricamento