"Visioni di futuro nel presente", la nuova sfida di Poligraph con Signitaly Poligraph e fattore P

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Poligraph, la storica azienda di Fiorano Modenese leader da oltre 40 anni nel settore della serigrafia per ceramiche, ha presentato lo scorso 3 ottobre in conferenza stampa SignItaly Poligraph e Fattore P, le due nuove società che nascono nel segno dell'esperienza e della storia pluridecennale dell'azienda.

Due brand che nascono dall'esigenza di intercettare i cambiamenti cogliendone le infinite opportunità di sviluppo, in un cambio di marcia che coincide con la successione generazionale d'impresa: il timone passa infatti a Silvia ed Irene Pini, figlie del fondatore Paride, che creò la sua azienda nel 1972. Una sfida che si impone in un presente di crisi, particolarmente duro per il settore manifatturiero e ceramico sassolese, e che la nuova dirigenza non teme di affrontare, avendo come obiettivo quello di mantenere la propria azienda in Italia. Innovazione, ricerca e investimento sono le parole d'ordine per vincere la scommessa.

SignItaly Poligraph sarà una firma di qualità nel panorama della grafica industriale e amplierà il raggio d'azione della ex Poligraph: non solo grafica industriale per il comparto della ceramica, ma declinato nei più svariati ambiti, dai tessuti d'arredo all'interior design, dal packaging agli allestimenti espositivi per fiere ed esposizioni. Il tutto nel segno del valore aggiunto della creatività made in Italy, con l'obiettivo di ampliare i propri mercati di riferimento aprendosi all'estero e soprattutto di anticipare al presente le tendenze del futuro, in una progettualità che chiama a sé la continua innovazione. "La vision di SignItaly Polygraph è quella di rinnovare la forma partendo dall'idea dell'anticipazione di tendenza" dice Silvia Pini, Amministratore unico di SignItaly Poligraph.

"Lavoreremo intensamente gettando il nostro occhio oltre il presente per capire quello che piacerà domani. Forti di una tradizione tutta italiana che reca inscritta nei geni l'incessante evoluzione dello stile artistico" continua Silvia "avvertiamo l'esigenza di reinterpretare incessantemente i segni del contemporaneo con la forza della tradizione artistica e degli antichi maestri di bottega. In un presente di incessante "smaterializzazione" della produzione è necessario che la sapienza artigiana del passato venga reinterpretata nel segno della creatività made in Italy, unico possibile motore del rilancio economico nazionale".

Fattore P sarà invece la società che si occuperà di fornire servizi di comunicazione e marketing aziendale, grazie alla collaborazione con professionisti del mondo della comunicazione, del design, della fotografia, del web. "Fattore P è grafica di qualità e non solo" dice Silvia Pini "al crocevia tra l'arte grafica e le innovazioni tecnologiche in divenire". Fattore P garantirà un servizio di consulenza e realizzazione di una veste comunicativa completa: studio del brand e della strategia di marketing, grafica, ideazione e realizzazione di siti, e-commerce, copywriting, digital PR, fotografia, servizi di grafica digitale, in linea con lo stile di qualità delle produzioni di Poligraph e con la conoscenza profonda delle esigenze dei clienti. "Non solo: Fattore P vuole essere una vera e propria officina grafica 2.0" continua Silvia. "Per questo ci doteremo di stampanti 3D, presentandoci come la prima azienda con una solida storia alle spalle a investire nel campo della manifattura digitale".

Torna su
ModenaToday è in caricamento