Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia

Prezzi delle case in crescita in Emilia-Romagna

Nei primi sei mesi del 2019 il costo del mattone è cresciuto dell’1,3% a livello regionale. Trend positivo per Modena (+2%), maglia nera per Forlì (-2,4%)

Secondo l’ultimo Osservatorio di Immobiliare.it, nei primi sei mesi di quest’anno il mercato immobiliare residenziale dell’Emilia-Romagna è stato caratterizzato da un andamento positivo. A livello regionale, infatti, i prezzi degli immobili in vendita hanno visto una crescita dell’1,3%, posizionandosi in media sui 1.974 euro al metro quadro; bene anche l’andamento dei canoni di locazione, che sono andati incontro a un incremento dell’1,7%.

Lo scenario nelle varie province

A far segnare una performance degna di nota è soprattutto la zona di Modena, dove il costo del mattone è salito del 2% rispetto a sei mesi fa e del 3% su base annua. Per acquistare un trilocale di 65 mq a Modena si dovranno mettere a budget circa 130 mila euro, a fronte di un costo medio di 2.008 €/mq.

Una cifra piuttosto alta se si prende in considerazione l’intera regione: in Emilia-Romagna i prezzi delle case sono più cari solo a Bologna e Rimini, dove si spendono in media rispettivamente 2.786 €/mq e 2.588 €/mq. Le città più economiche in cui comprare casa sono Ferrara (1.416 €/mq), Reggio Emilia (1.486 €/mq) e Piacenza (1.497 €/mq), uniche province in cui il prezzo del mattone scende sotto i 1.500 euro al metro quadro.

Solo due eccezioni

Il trend positivo messo in luce dall’Osservatorio interessa sostanzialmente tutta la regione: unica eccezione Forlì, dove i prezzi hanno visto una riduzione del 2,4% rispetto a sei mesi fa e del 3,7% su base annua. Segno meno anche per Reggio Emilia, ma in questo caso si tratta di variazioni minime sia su base semestrale (-0,1%), sia su base annua (-0,3%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi delle case in crescita in Emilia-Romagna

ModenaToday è in caricamento