menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

McDonald’s continua a investire in nuovi ristoranti. Modena provincia chiave della filiera

L’Emilia-Romagna conta oggi 55 ristoranti e 2.310 dipendenti, ma soprattutto molte aziende che riforniscono le cucine dei fast food. Nel 2021 e 2022 previste 70 nuove aperture in tutta Italia

McDonald’s continua a investire sul sistema economico, sociale e territoriale dell’Italia: nel 2019 l’impatto di McDonald’s sul sistema Paese è stato pari a 1,4 miliardi di Euro, pari allo 0,1% del PIL 2019, in crescita del 14% rispetto all’anno precedente (nel 2018 il dato era pari a 1,3 miliardi di Euro).

Questo è quanto emerge dall’analisi realizzata dall’Istituto Althesys, “Condividere Valore”, il report di impatto socio-economico di McDonald’s Italia 2019/2020 che misura la capacità del sistema McDonald’s - tra ristoranti, licenziatari e fornitori - di creare e distribuire ricchezza non solo per i suoi stakeholder, ma anche per le comunità e per il territorio in cui opera.

Una buona notizia non solo per il colosso americano, ma anche per la filiera locale, che riveste un ruolo importante. In particolare, a Modena e in Emilia-Romagna sono diversi i fornitori McDonald’s. In primis, Inalca (Castelvetro) da cui l’azienda acquista 16mila tonnellate di carne bovina all’anno; Granarolo per la fornitura di 4.500.000 litri di latte necessari alla preparazione dei gelati; Parmareggio (Montecavolo di Quattro Castella - RE), che fornisce 135 tonnellate di Parmigiano Reggiano DOP; Bimbo (Bomporto) per la fornitura di pane e Macé (Molino Albergati – FE) per la frutta, in particolare per il rifornimento di ananas, kiwi, ciliegia, melone, uva, pesche.

McDonald’s dà lavoro, considerando tutta la filiera e l’indotto, a un totale 30.303 persone, 25.000 delle quali impiegate nei suoi 610 ristoranti. In Emilia- Romagna l’azienda conta 55 ristoranti e 2.310 dipendenti.

Siamo davvero orgogliosi di vedere che il nostro contributo al tessuto socio-economico del Paese continua a crescere, perché sappiamo bene che c’è una grande differenza tra essere presenti in una comunità ed essere parte di essa. Anche in questo anno così difficile, segnato dalla pandemia, non ci siamo fermati, abbiamo aumentato i nostri fornitori italiani, aperto 20 nuovi ristoranti creando 800 posti di lavoro e impattando direttamente e indirettamente sui territori nei quali operiamo. Per il futuro, ci prendiamo l’impegno di continuare su questa strada, continuando a investire in Italia per rafforzare ancora di più il nostro legame con il territorio e generare ulteriore valore per le comunità.” dichiara Mario Federico, Amministratore Delegato di McDonald’s Italia.

Nel 2021 e 2022 previste 70 nuove aperture in tutta Italia  e 2800 nuovi posti di lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento