Sisma, ristrutturata la sede della Società Operaia S. Felice sul Panaro

I lavori sono stati eseguiti dalla cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro

Sei anni dopo il terremoto, è stata ristrutturata anche la sede della Società Operaia di S. Felice, resa inagibile dal sisma. L’opera, eseguita dalla cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro (aderente a Confcooperative Modena), è stata inaugurata ieri – domenica 20 maggio - in occasione del sesto anniversario della prima scossa. Erano presenti il sindaco Alberto Silvestri, gli assessori Giovanni Giovanelli e Simone Silvestri, autorità civili e religiose. 

«Presentiamo il risultato di un ottimo lavoro di squadra tra committente, impresa esecutrice, progettista e amministrazione comunale - ha dichiarato il presidente della cooperativa Muratori di S. Felice Gianfranco Finelli – L’edificio, che comprende 22 alloggi, presenta caratteristiche antisismiche migliorative rispetto a quanto richiesto dalle normative». I lavori, durati due anni, sono costati 1,5 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

Torna su
ModenaToday è in caricamento