Imprese, il gruppo Saxa Gres rileva la ex CBS di Spilamberto

Il Centro Impasti Ceramici Modena entra a far parte del gruppo dell’imprenditore romano Francesco Borgomeo. Accordo per garantire i diritti acquisiti a tutti i lavoratori

Il gruppo Saxa Gres ha formalizzato questa mattina l’affitto con opzione di acquisto della Centro Impasti Ceramici Modena già Cbs, rilevando lo storico impianto di Spilamberto dal fallimento. Al momento si tratta di affitto di azienda dal fallimento (la Cbs è fallita lo scorso 29 gennaio 2019) con opzione di acquisto entro i 18 mesi dell’affitto.

«La produzione di impasti con materiali green e innovativi è parte integrante del core business del nostro Gruppo - ha affermato Francesco Borgomeo, Presidente del gruppo Saxa Gres - L’acquisizione dell’impianto di Spilamberto ci permetterà di ampliare la nostra produzione di impasti a servizio dello stabilimento Tagina di Gualdo Tadino (Umbria) e di favorire la nostra crescita con la forte spinta del la circular economy».

L’atto concluso questa mattina ha "messo in sicurezza" tutti i lavoratori della ex CBS. Infatti, Gli accordi prevedono che i 13 lavoratori rimangano nello stabilimento di Spilamberto e vengono altresì garantiti tutti i diritti acquisiti con la contrattazione di secondo livello, nonché il riconoscimento dell’anzianità lavorativa maturata negli anni. Il dottor Francesco Borgomeo, su specifica richiesta dei sindacati, si è impegnato a garantire gli investimenti necessari al rilancio produttivo dello stabilimento.

Il Centro Impasti Ceramici Modena avrà un ruolo strategico all’interno del gruppo Saxa Gres che oltre all’impianto Tagina possiede lo stabilimento Saxa Gres (ex Marazzi Sud) ad Anagni (Frosinone) e lo stabilimento Grestone (ex Ideal Standard) a Roccasecca recentemente salvato dalla chiusura e riconvertito nella produzione di sampietrini realizzati con l’innovativa pietraceramica.

Il gruppo imprenditoriale Saxa Gres è nato nel 2015 da un progetto dell’imprenditore romano Francesco Borgomeo, noto per i suoi piani di salvataggio e riconversione industriale. È interamente basato sui concetti dell’economia circolare applicati alla Green economy nel settore delle superfici ceramiche. La sua filosofia industriale è quella di riciclare, riutilizzare, recuperare materiali di scarto in processi virtuosi per realizzare nuovi prodotti alta di gamma.

I lavoratori sono stati assistiti nel passaggio dai sindacati Filctem/Cgil, Uiltec/Uil e Confsal. Carlo Antonino, per Filctem/Cgil ha espresso «grandissima soddisfazione per il risultato raggiunto, soprattutto sulla tenuta occupazionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

  • Rientrato il 29enne di Finale Emilia, ricerche sospese

Torna su
ModenaToday è in caricamento