rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Economia

Solignano di Castelvetro: giornata di sciopero alla Ascot Ceramiche

Giornata di sciopero per mercoledì 17 ottobre delle maestranze di Ascot Ceramiche: l'iniziativa rientra in un pacchetto di 16 ore complessive proclamato unitariamente dai sindacati di categoria

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Sciopero mercoledì 17 ottobre delle maestranze di Ascot Ceramiche a Solignano di Castelvetro di Modena. 
Lo sciopero di 8 ore (dalle ore 4 del mattino sino alle 4 della notte successiva), rientra in un pacchetto di 16 ore complessive, unitamente al blocco di ogni flessibilità, proclamato unitariamente dai sindacati di categoria Filctem/Cgil e Femca/Cisl congiuntamente alle Rsu, per rivendicare il rispetto di corrette relazioni industrial e il pagamento del salario aziendale sospeso dal 2009. Contemporaneamente allo sciopero si svolgerà per tutta la giornata di mercoledì, e sin dalle prime ore del mattino, il presidio dei lavoratori davanti ai cancelli dei due stabilimenti Ascot (via Croce, 80 Solignano di Castelvetro). 

Filctem/Cgil Femca/Cisl e Rsu criticano con fermezza i metodi della Direzione aziendale Ceramiche Ascot. “Da tempo le relazioni sindacali vengono affrontate con troppa sufficienza da parte della Direzione aziendale – affermano Ivano Ninzoli Filctem/Cgil e Massimo Muratori Femca/Cisl - lo dimostra il fatto che dai tavoli ufficiali di trattativa si esce con posizioni e dichiarazioni che vengono puntualmente smentite o confutate nei giorni immediatamente successivi e questo avviene sistematicamente, mettendo in discussione la credibilità della RSU”.

Tale atteggiamento dimostra la poca importanza che si da al tavolo sindacale “forse perché qualcuno – proseguono i sindacalisti di Filctem e Femca - è convinto che non conti assolutamente nulla quel momento, ma conti invece il confronto diretto con le maestranze infischiandosene delle loro rappresentanze”. Stessa cosa succede sulle modifiche agli orari di lavoro: nonostante vi siano accordi nei quali è previsto che le parti si debbano incontrare alla fine dei periodi sperimentali dell’applicazione di quell'orario, l'Azienda invece procede unilateralmente nel continuare ad applicare orari non più concordati. Anche sulla formazione, per la quale erano previsti veri e propri percorsi condivisi, di fatto non si è mai riusciti ad averne il rispetto nei modi e nei tempi. 

Infine, c'è la questione del salario variabile la cui erogazione è stata sospesa dall'Azienda alla scadenza del contratto aziendale nel 2009, ma senza una vera e propria disdetta contrattuale. L’Azienda ha continuato infatti a ritenere validi tutti gli altri capitoli del contratto aziendale, rendendo ancora più assurda questa decisione unilaterale. Invano nei mesi scorsi si è più volte cercato, insieme alla Rsu, di provare a far condividere alla Direzione aziendale dei ragionamenti che riguardassero un ripristino di tale erogazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solignano di Castelvetro: giornata di sciopero alla Ascot Ceramiche

ModenaToday è in caricamento