Sciopero al Gruppo C.B.S. di Spilamberto. Sindacati chiedono più investimenti di produzione

E' stato indetto lo sciopero volto alla difesa dei posti di lavoro e la richiesta di investimenti per il rilancio della produzione

E' stato organizzato per Venerd' 27 Ottobre uno sciopero di 8 ore per l'intero turno/orario di lavoro al Gruppo C.B.S. Srl di Spilamberto, con presidio davanti ai cancelli di via Vignolese 2695 dalle ore 4 del mattino sino alle 14. Lo sciopero di venerdì prossimo, è il primo di 3 giornate complessive proclamate dai sindacati Filctem/Cgil, Femca/Cisl, Uiltec/Uil, Fesica/Confsal su mandato dei lavoratori riuniti in assemblea lo scorso 20 ottobre.  Unitamente alle 3 giornate di sciopero, è stato indetto lo stato di agitazione con il blocco di ogni prestazione straordinaria o aggiuntiva alla normale prestazione lavorativa.

Motivo dello stato di agitazione e dello sciopero, la difesa dei posti di lavoro e la richiesta di investimenti per il rilancio della produzione.
Negli incontri delle ultime settimane, l’azienda ha comunicato alle rappresentanze sindacali di prevedere una riduzione del personale ritenuta eccessiva. Ha infatti dichiarato un esubero di 8 unità su 25 addetti, in un’ottica di riorganizzazione e di concentrazione dell’attività di produzione sull’atomizzato.

Questa soluzione – dicono i sindacati - non garantirebbe il normale svolgimento del lavoro e della produzione, se non attraverso un considerevole aggravio dei carichi di lavoro per i restanti lavoratori”.
Le proposte alternative atte a garantire una miglior copertura dei turni presentate dai sindacati e dalla Rsu non sono state ritenute accettabili dalla direzione aziendale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono inoltre anni – proseguono i sindacati - che chiediamo al Gruppo C.B.S. di fare adeguati investimenti sia sull’impiantistica che sulla sicurezza, investimenti che sarebbero il vero motore di una concreta ripresa della competitività dell’azienda. Ma piuttosto che investire, l’azienda riduce il costo del personale per essere competitiva”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Covid, 6 casi nel modenese. Un nuovo ingresso in terapia subintensiva

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Assalto al distributore Coop del Grandemilia, colonnine divelte con una ruspa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento