Ancora agitazione ad Italpizza, i sindacati confederali protestano davanti ai cancelli

Scenderanno ancora per protestare i lavoratori di Italpizza. Le due società appaltatrici diventeranno una sola. I Sindacati: “Due cambi di appalto che portano incertezze e preoccupazioni tra i lavoratori”

Non si spegne la vicenda attorno ad Italpizza. Le categorie di Cgil, Cisl e Uil hanno aperto ieri, in tarda serata, lo stato di agitazione dopo che il tavolo di trattativa sulla gestione dell’Accordo Quadro del 17 luglio 2019 si è rotto dopo quasi 12 ore di trattativa non stop.

Oggi i lavoratori del sito Italpizza scenderanno in sciopero, dalle ore 14 alle 15, con assemblea davanti ai cancelli dello stabilimento situato in strada Gherbella.

Nell’ultimo mese si erano intensificate le trattative in seguito a un doppio cambio appalto voluto da Italpizza e programmato prima per il 31 ottobre, slittato poi al 30 novembre. Nei piani di Italpizza le attività in appalto gestite dalla cooperativa Cofamo e un’altra piccola parte di attività gestite dalla cooperativa Evologica andrebbero conferite a una terza società di nuova costituzione, Aviva spa.

“Dopo l’Accordo Quadro del 17 luglio 2019 auspicavamo una gestione condivisa degli impegni presi da Italpizza e dalle società appaltatricidichiarano le categorie sindacali di riferimento - Purtroppo la decisione improvvisa di Italpizza di procedere a due cambi di appalto proprio durante questa fase delicata ha portato incertezze e preoccupazioni tra i lavoratori. Queste incertezze- proseguono i sindacati-sia riguardo alle spettanze arretrate che genereranno i cambi di appalto sia riguardo alle nuove applicazioni contrattuali, hanno portato alla rottura delle trattative di ieri sera. La scelta di un’organizzazione del lavoro in appalto non può far ricadere sui lavoratori i problemi derivanti dalla gestione dei cambi di appalto, né mettere in discussione le regolari applicazioni dei contratti nazionali. Nell’assemblea di oggi verranno decise le posizioni da assumere verso questa intransigenza aziendale.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Dalla “spesa di guerra” alla “spesa di conforto”, cambiano gli acquisti da quarantena

  • Record di nuovi casi positivi a Modena. Le vittime salgono di altre 11

Torna su
ModenaToday è in caricamento