rotate-mobile
Economia Via dell'Industria

Crisi, lavoratori Lombardi Srl in sciopero ad oltranza

"Chiediamo la difesa di tutti i posti di lavoro - spiega la Fiom/Cgil - e al futuro acquirente il rispetto dell'art. 2012 del Codice di procedura civile che prevede il passaggio di tutti dipendenti e non lo spezzatino aziendale"

Cessazione dell’attività o vendita con riduzione del personale. Questo il possibile destino della Lombardi Srl di Modena, azienda specializzata nella conduzione e gestione di impianti termoidraulici. E per questo dal 22 febbraio lavoratori e sindacati hanno indetto uno sciopero a oltranza. La Lombardi vive una forte crisi dovuta anche alla “mala gestione dei vertici aziendali”, spiega Paolo Brini della Fiom/Cgil. In caso di vendita dell’azienda, tra i possibili acquirenti anche la Bonini di Reggio Emilia che sarebbe intenzionata ad un taglio netto dei dipendenti, che degli attuali 16 potrebbero rimanere solo in 3. “Chiediamo la difesa di tutti i posti di lavoro – spiega il sindacalista della Fiom/Cgil - e al futuro acquirente il rispetto dell’art. 2012 del Codice di procedura civile che prevede il passaggio di tutti dipendenti e non lo spezzatino aziendale”. Dallo scorso 22 febbraio i lavoratori si posizionano tutte le mattine dalle 8 alle 12 davanti ai cancelli aziendali con le braccia incrociate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, lavoratori Lombardi Srl in sciopero ad oltranza

ModenaToday è in caricamento