rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Economia Ciro Menotti

Scognamiglio contro Maserati: raggiunto l'accordo

Dopo tanto penare, tanta amarezza e un tentativo di suicidio, è arrivato il tempo di sorridere per Eugenio Scognamiglio dopo aver finalmente raggiunto un accordo giudiziale con la celebre ditta automobilistica

E' finalmente arrivato il momento di gioire per Eugenio Scognamiglio, l’ex delegato di Fiom licenziato nel dicembre 2008, reintegrato in via cautelare l’anno scorso, ma di fatto pagato senza lavorare. La causa contro la Maserati intentata dallo stesso può dirsi chiusa oggi dopo il raggiungimento di un accordo giudiziale che vede la celebre azienda automobilistica risarcire a Scognamiglio 100mila euro per danni patrimoniali e biologici, sommati a contributi e spese legali.

Francesco Giliani, segretario cittadino Prc nonché sostenitore di Eugenio Scognamiglio, ha dichiarato a www.modenatoday.it di essere molto soddisfatto: “L’azienda sapeva che avrebbe perso, per questo ha concesso una ingente somma di risarcimento. Ciò che ci rende felici è che questa conclusione dimostra che avevamo ragione – continua Giliani – e dimostra ancora di più la malafede della Maserati.”

Interrogato sulle prossime battaglie da combattere e da vincere a tutti i costi, il Segretario ha risposto: “La battaglia più urgente e imminente è quella che si farà contro l’accordo firmato il 28 giugno da Confindustria, CGIL, CISL e UIL. Noi comunisti siamo assolutamente contro questa distruzione del contratto di lavoro e combatteremo a Modena la battaglia, che ha però valore nazionale, contro Terim, Ferrari e Maserati”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scognamiglio contro Maserati: raggiunto l'accordo

ModenaToday è in caricamento