rotate-mobile
Economia

Scuola Modena, i sindacati: “Molti precari ancora senza stipendio”

Continuano a piovere critiche sulla riforma della scuola del Governo Renzi.  Flc/Cgil, Cisl/Scuola, Uil/Scuola, Snals e Gilda denunciano l'emergenza salariale, causata dalla mancata programmazione delle liquidazioni

“L'eco degli slogan lanciati da Renzi sulla sua riforma come la cura per tutti i mali della scuola pubblica non si è ancora spenta, ma la realtà irrompe nelle aule e si manifesta con il mancato riconoscimento del diritto alla retribuzione del personale precario”. Il mondo della scuola forniesce nuovi appigli di protesta ai sindacati modenesi Flc/Cgil, Cisl/Scuola, Uil/Scuola, Snals e Gilda, che denunciano l'emergenza salariale che sta coinvolgendo moltissimi supplenti assunti in provincia di Modena.

Nonostante lo sforzo di inserire i contratti stipulati a sistema con le nuove procedure, i pagamenti sono sospesi per "verifica capienza fondi". In altre parole non ci sono disponibilità per pagare lavoratrici e lavoratori, denunciano i sindacati.

“È questa la buona scuola? Che secondo Renzi avrebbe dovuto guarire la supplentite? 
La causa è che l'Amministrazione centrale continua a non voler programmare per tempo le risorse economiche necessarie ad assicurare la regolarità degli stipendi dei precari: peccato che le bollette e la spesa per il sostentamento non aspettino”. I sindacati chiedono che la situazione venga sanata al più presto e s'impegnano ad intraprendere le iniziative necessarie per tutelare i precari della scuola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola Modena, i sindacati: “Molti precari ancora senza stipendio”

ModenaToday è in caricamento