Tensione sindacale alla Modena Giochi Giuliani di Savignano

La Cgil sciopera contro il licenziamento di una delegata sindacale e la rateizzazione degli stipendi. Ma la dirigenza smentisce: "Azione isolata di 4 dipendenti"

Tensione sindacale alla Modena Giochi Giuliani Srl di Savignano sul Panaro, azienda con una trentina di addetti, leader in Italia nella commercializzazione delle slot machines e nell’allestimento di sale giochi. "L’azienda - raccontano i sindacati -  però si è sempre dimostrata vaga sia sui problemi e a settembre si è verificato il primo licenziamento individuale di una lavoratrice rientrata dalla maternità e non sono stati confermati i contratti a tempo determinato in scadenza. Stante il perdurare del pagamento rateizzato degli stipendi, tra settembre e ottobre azienda e sindacato si sono incontrati più volte, sino all’incontro del 26 ottobre in Confindustria in cui l’azienda si era impegnata a mettere il sindacato a conoscenza del piano di riorganizzazione e a instaurare corrette relazioni industriali. Ma ciò non ha mai avuto corso." 

Sempre a settembre, la delegata Filcams/Cgil viene dapprima messa in ferie forzate che vengono continuamente prorogate, sino a quando la lavoratrice si è messa a disposizione dell’azienda avendo terminato le ferie. “A questo punto – spiega la sindacalista Elisabetta Tiddia  -  le è stato prima contestato un danno di immagine senza alcun motivo e successivamente è stata messa in sospensione e licenziata una settimana dopo”. A causa di questi atteggiamenti aziendali, il clima in azienda da alcune settimane è diventato incandescente e già oggi è in  atto uno prima azione di lotta con 8 ore di sciopero. 

La Filcams/Cgil chiede il ritiro del licenziamento della delegata “Che è assolutamente pretestuoso – afferma la sindacalista della Filcams  - e si riserva di adire le vie legali in caso contrario”.  Inoltre, lavoratori e Filcams/Cgil sono intenzionati a proseguire con le iniziative di lotta, se non verrà fatta chiarezza sulla condizione economica dell’azienda e se non sarà condiviso un percorso per conciliare eventuali difficoltà aziendali con i diritti dei lavoratori.

Non ha tardato ad arrivare la replica da parte dell'azienda: "I lavoratori della Modena Giochi Giuliani srl unitamente alla direzione si dissociano dai 4 lavoratori che hanno scioperato nella giornata di lunedi 13 novembre 2017 facendo intendere che vi sia una situazione di instabilità e che in tale azione siano stati coinvolti tutti i lavoratori, ma è una azione isolata di 4 dipendenti  fra gli iscritti alla CGIL e coinvolti in tale azione dallo stesso sindacato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In merito al licenziamento, la Modena Giochi Giuliani sostiene che sia stato effettuato "per giusta causa", mentre sul fronte dei pagamenti speiga: "Gli stipendi sono tutti pagati regolarmente e non certo in ritardo di mesi come questi 4 impiegati vogliono far credere. Vorremmo quindi a nome dei dipendenti e della direzione che non esiste nessun clima di tensione come si vuole far credere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Meteo | Impennata improvvisa delle polveri sottili, vediamo perché

  • Coronavirus. Modena rallenta, ma si aggiungono 10 decessi

  • I numeri nei Comuni: positivi e persone in isolamento in provincia di Modena

  • Contagio. Nuovi positivi in regione, oggi +713. Altri 88 decessi

  • Famiglia senza più soldi, dopo l'annuncio in tv la spesa arriva a casa

Torna su
ModenaToday è in caricamento