rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Economia Via Ganaceto

Lavoro Modena, il progetto "Intraprendere" allunga la vita alle start up

La percentuale delle nuove imprese che sopravvive sale da una media del 51% al 63% tra quelle che in questi 12 anni hanno partecipato al progetto. Martedì premiazione della sesta edizione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

È la ‘fabbrica’ delle nuove imprese. Un progetto che in sei edizioni ha intercettato 277 nuove imprese e ne ha fatto nascere altre 197. A tutte ha assicurato servizi, consulenze e sostegno. Il risultato? Il 63% di queste nuove imprese è ancora attivo. Una percentuale di tutto rispetto, se si pensa che la sopravvivenza media nella nostra provincia per le neonate società si ferma al 51%.

È questo in sintesi estrema il bilancio dei primi 12 anni di Intraprendere, il progetto realizzato da Provincia e Camera di Commercio di Modena, con il contributo delle quattro Fondazioni bancarie del territorio, e gestito da Democenter. Un bilancio che sarà al centro della premiazione che martedì dalle ore 17 alla Camera di Commercio (via Ganaceto 134) decreterà i vincitori della sesta edizione.

“I risultati ottenuti – spiega l’assessore provinciale Daniela Sirotti Mattioli – sono la conferma migliore dell’efficacia del progetto Intraprendere, che dà un aiuto concreto, non solo un riconoscimento, ai giovani che decidono di scommettere sulle proprie potenzialità”. “In una fase come l’attuale – commenta il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena Andrea Landi – dare le giuste opportunità a chi apre un’impresa puntando sull’innovazione è fondamentale per garantire un futuro alla nostra economia”.

Durante le prime cinque edizioni (ovviamente mancano ancora i dati finali relativi a quella che si concluderà domani, ndr) sono stati 277 le nuove imprese e 403 i progetti di aspiranti imprenditori che hanno partecipato a Intraprendere, seguendo un percorso di consulenza e formazione che ha portato il 49% dei progetti presentati a trasformarsi in start up. Tra i 114 progetti finalisti, 45 sono stati premiati, ma quel che più conta è il tasso complessivo di sopravvivenza dei progetti.

In base ai dati della Camera di Commercio nel modenese il tasso di sopravvivenza delle nuove imprese supera a mala pena la metà, attestandosi al 51%. Tra le imprese che hanno partecipato a Intraprendere, usufruendo dei servizi e dei premi messi a disposizione, questa percentuale sale di ben 12 punti, raggiungendo il 63%. Un risultato importante, tanto più in questa fase storica di stagnazione dell’economia e di difficoltà ancora più pronunciate per chi avvia una nuova attività.

Le imprese che hanno più possibilità di sopravvivere, tra quelle che hanno preso parte al progetto in questi dodici anni? Sono quelle attive nei settori dei servizi alle imprese e del manifatturiero, ovvero quelle più direttamente legate al tessuto produttivo e ai distretti locali. Ma anche quelle con prevalenza di laureati, soprattutto per i servizi alle imprese, e – all’opposto – con dipendenti prevalentemente senza diploma, in particolare nel manifatturiero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro Modena, il progetto "Intraprendere" allunga la vita alle start up

ModenaToday è in caricamento