Tagli del Governo, nel 2015 a rischio FestivalFilosofia e promozione Expo

La Camera di Commercio di Modena mette in guardia sui tagli agli investimenti che colpiranno dal prossimo anno la città. Ma il sindaco Muzzarelli minimizza: “Discorso prematuro, il decreto non è ancora stato approvato”

Festival Filosofia e promozione di Modena all'Expo 2015, oltre a Democenter Sipe e Fiera di Modena e allo scalo di Marzaglia. Sono settori di 'peso' dell'economia modenese quelli che, già nel 2015, rischiano di rimanere a corto di aiuti economici a causa dei tagli agli stanziamenti dedicati alle Camere di commercio decisi dal Governo Renzi che partiranno già dall'anno prossimo. 

Per Modena, a quanto si apprende, su un bilancio che annualmente sta nell'ordine dei 20 milioni di euro, metà dei quali vengono dedicati appunto alla promozione e al sostegno delle attività del territorio, si tratterebbe di un taglio da circa sette milioni di euro che andrebbe, dunque, ad incidere su quasi l'80% della spesa dedicata agli investimenti correnti, tra cui appunto le sponsorizzazioni di enti e la promozione territoriale. Di fatto, dunque, al sostegno delle imprese territoriali rimarrebbe dedicato poco più di due milioni di euro negli anni a venire, visto che il resto delle spese non sarebbero comprimibili in quanto voci di personale e gestione sedi. Un vero problema per l'ente, che rischia di andare verso una 'paralisi', ma soprattutto un potenziale 'effetto domino' che potrebbe riverberarsi sull'economia del territorio a cui potrebbe venire a mancare un canale di riferimento e sostentamento.

Tra le attività più importanti per Modena sostenute negli anni dalla Camera di Commercio c'è sicuramente anche il Festival filosofia, presentato oggi a Roma nella sua edizione dell'autunno 2014, mentre per il futuro immediato a risentirne sarebbe la tanto sperata promozione della città di Modena e delle sue imprese all'Expo 2015 che potrebbe rallentare la sua corsa appena cominciata proprio per scarsità di fondi.

"É prematuro" parlare dei problemi che i tagli ai fondi della Camera di Commercio porteranno al tessuto economico di Modena perchè "ad oggi, il decreto che taglia i finanziamenti alle Camere di Commercio non è stato ancora approvato". Questa la replica del sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, sul futuro della Cciaa. Per Muzzarelli si tratta di "discorsi prematuri in quanto l'articolo 28 del dl 90 sulla Pubblica amministrazione prevederebbe la riduzione del diritto annuale camerale a partire dall'esercizio finanziario 2015".

Secondo il sindaco "quando dovesse eventualmente concretizzarsi il taglio, le Camere di commercio faranno i loro conti e le loro valutazioni", e "insieme con loro valuteremo priorità ed opportunità", precisa Muzzarelli, auspicando che "su temi fondamentali per Modena come l'Expo e altri si possa trovare adesione programmatica e finanziaria". (DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

Torna su
ModenaToday è in caricamento